Premium Sport

Superliga Argentina, Ribas dall'Inter ai gol con il Patronato

Una presenza in nerazzurro nel 2006/07, ora è capocannoniere

  • TTT
  • Condividi

Oggi, alla soglia dei 30 anni che compirà l'11 marzo, è capocannoniere della Superliga Argentina (9 gol in 16 partite, alla pari con Benedetto del Boca Juniors ora infortunato) nel Patronato ma Sebastian Ribas ha avuto un passato anche in Italia: nel 2006/07, dopo una breve esperienza due stagioni prima nelle giovanili del Venezia portato dal padre Julio che ne era l'allenatore, fu acquistato dall'Inter, folgorata dalle sue prestazioni nel Torneo di Viareggio.

In nerazzurro una sola presenza, in coppa Italia, ma Ribas se la ricorda ancora: "Qualche settimana prima guardavo stelle come Zanetti, Ibrahimovic e Figo in tv al Mondiale e poco dopo mi allenavo con loro... Recoba e Carini furono importanti per ambientarmi, che bello entrare in campo al posto di Crespo" le parole dell'uruguaiano a Olé.

In seguito Ribas ha girato tanto il mondo: Spezia (serie B, 4 presenze), Digione con 48 gol in tre stagioni, Genoa (nel 2011, una presenza in serie A) e poi Sporting Lisbona, Monaco, Barcellona Guayaquil, Strasburgo, Cartagena, Fenix, River Plate d'Uruguay, Venados e Karpaty Lviv. L'attaccante è ancora di proprietà del club ucraino ma è in prestito al Patronato dove sembra aver trovato la sua dimensione: "Mi sono ambientato velocemente in Argentina, è simile al mio Paese e da piccolo guardavo le partite del campionato con mio padre. I cattivi arbitraggi? Sono umani, sbagliano come tutti, non penso che ci siano dietro chissà quali complotti".

Davanti a sé tanto calcio ma nel futuro non solo questo: in Francia aveva iniziato il corso per diventare direttore tecnico, in Uruguay ha studiato come trainer e conosce quattro lingue oltre all'uruguaiano: italiano, francese, portoghese e inglese. Prima, però, tanti altri gol, ancora con la maglia del Patronato.