Premium Sport

Racing, Milito vicino al ritorno: in panchina vuole Almeyda

El Principe pronto a tornare nel club dove è cresciuto, sarà "segretario tecnico"

  • TTT
  • Condividi

Diego Milito all’Inter resterà sempre il simbolo del Triplete, l'uomo decisivo nelle tre finali (Champions, Coppa Italia e l’ultima di campionato), quello dei 30 gol totali. Un idolo come pochi in casa nerazzurra, ma non solo, perché se c’è un luogo dove El Principe è su un piedistallo ancora più alto, quello è Avellaneda, in Argentina. Il Racing Club è infatti la squadra dove l'ex attaccante argentino ha iniziato e chiuso la propria carriera e ora Milito è pronto a tornare con un ruolo dirigenziale, ma solo alle sue condizioni.

Domenica scorsa Victor Blanco è stato rieletto presidente col 62% dei voti e ha chiamato Milito per offrirgli un incarico. El Principe ha incontrato i vertici della società per discutere della sua visione del ruolo che gli viene offerto, quello di “segretario tecnico”, una sorta di direttore generale dell’area sportiva. L'incontro è stato definito positivo, ma l'accordo non è stato annunciato perché l'ex Inter vuole i 'superpoteri'.

Milito ha infatti spiegato di voler organizzare il suo Racing secondo un modello europeo, di prevedere una “segreteria tecnica” di almeno altre cinque persone, con videoanalisti, osservatori e un nutrizionista. Vuole un coordinatore fra prima squadra e giovanili, vuole scegliere il prossimo tecnico (che sostituirà Diego Cocca) e in cima alla lista dei desideri c'è Matias Almeyda, ex Lazio e Inter che la carriera da allenatore l’ha iniziata proprio al Racing come assistente.

Ora si attende la risposta del club e in particolare del presidente Blanco, ma il ritorno del Principe sembra molto vicino. Se la dirigenza del Racing accetterà le sue richieste, Milito ricoprirebbe più o meno lo stesso ruolo che ha Francescoli nel River Plate.