Premium Sport

Serie A spaccata dopo il girone di andata: manca la classe media

Le prime sette e le ultime tre sembrano fare stagione a parte

  • TTT
  • Condividi

Prima giornata del 2017, ultima giornata del girone di andata di serie A. Prima e ultima, senza mezze misure, un po' come in classifica. Le prime diciannove partite del campionato italiano sono andate in archivio con un turno (al netto di Pescara-Fiorentina) che ha regalato poche sorprese: le prime sette hanno vinto, così come le ultime due lasciando la classe media a metà del guado senza grossi obiettivi in canna. 

La Juventus prosegue il cammino verso il sesto scudetto consecutivo con una proiezione di 90 punti finali, il 3-0 sul Bologna vale un nuovo +4 sulla Roma (con un match da recuperare) che a sua volta risponde al Napoli e tiene a distanza partenopei, Lazio e Milan (a loro volta con una partita in meno). Poco più dietro c'è l'Inter che sembra aver assimilato la cura Pioli: quattro vittorie consecutive però non aiutano i nerazzurri a recuperare terreno sulle prime tre. Senza dimenticare l'Atalanta dei miracoli, in un bellissimo sesto posto a sole tre lunghezze dalla zona Champions.

Se il vertice alto della serie A sorride, chi sta in basso piange. La vittoria dell'Empoli sul Palermo (vicino ad un altro ribaltone) mette un solco pesante tra quart'ultima e candidate alla retrocessione, anche se il Pescara (fermato dalla neve) potrebbe accorciare a cinque punti, comunque non bruscolini. Il Crotone perde a San Siro mentre il Sassuolo incerottato mette fieno in cascina, un punto è d'oro se quelle dietro non fanno che perdere.

E in mezzo? C'è chi potrebbe pensare a un campionato senza più obiettivi per le squadre comprese tra Torino e Cagliari ma a inizio gennaio sarebbe uno spreco. Intanto la serie A senza mezze misure pone qualche riflessione, c'è chi ripensa a playoff e playout ma mancano 19 partite e le sorprese possono arrivare dalla primavera con Champions, Europa League e chiusura del mercato di riparazione a scombussare equilibri oggi solidi.