Premium Sport

Serie A, Juventus-Palermo 4-1, Dybala doppietta, Roma a -10

La fuga continua: doppietta della Joya, gol di Marchisio e Higuain. Ma Buffon subisce gol

  • TTT
  • Condividi

Questa Juve non lascia scampo a nessuno, figuriamoci a un Palermo apparentemente destinato alla retrocessione. Nell'anticipo della 25ª giornata arriva la sesta vittoria consecutiva in serie A, la ventinovesima di fila allo Stadium. Numeri di un dominio impressionante certificati dal 4-1 ai rosanero (gol di Marchisio e doppietta di Dybala inframmezzata dalla rete del capocannoniere Higuain, per i rosanero segna Chochev nel finale) e dal temporaneo +10 sulla Roma: il viatico migliore per l'appuntamento di mercoledì a Oporto, per l'andata degli ottavi di Champions League. La Juve ci arriva con la serenità di chi nel proprio campionato continua a dominare senza apparenti sforzi.

La vittoria col Palermo, in effetti, appare fin troppo semplice: i campioni d'Italia chiudono il primo tempo sul 2-0 senza strafare, creando poco e concedendo persino qualcosa agli avversari. La scelta di Sturaro al posto di Cuadrado, con Pjaca anel tridente con Dybala e Higuain, non dà alcun beneficio: il croato non è ancora al top, cerca spesso il dribbling e non gli riesce quasi mai, così lì davanti manca un po' di sprint e senza la genialità di Pjanic a centrocampo, manca anche la creaitività. Tutto è nei piedi di Dybala che colpisce un palo su punizione, preludio al gol capolavoro del 2-0. Prima ci aveva pensato Marchisio a sbloccare il risultato segnando la sua prima rete in campionato: Posavec respinge un tiro di Higuain, facile il tap-in dell'azzurro al 13'.

Nella ripresa Allegri toglie subito Khedira e la Juve si limita a una comodissima gestione del vantaggio: al 63' ancora Dybala si inventa l'assist perfetto per il gol in campionato numero 19 di Higuain, capocannoniere solitario. Il resto è poca roba fino all'acceso finale: all'89' brutto errore a centrocampo di Goldaniga che libera la volata solitaria di Higuain, il centravanti argentino arriva al limite dell'area resistendo ai tentativi di fallo della difesa rosanero, poi serve con un delizioso colpo di tacco l'accorrente Dybala che non sbaglia da fuori area. Al 92', però, c'è tempo per far arrabbiare Buffon: sugli sviluppi di un angolo Diamanti crossa nel cuore dell'area, irrompe Chochev che di testa firma il gol della bandiera che interrompe l'imbattibilità del portiere a 578 minuti. Ma al di là di questo ha ragione Dybala: col Porto servirà un'altra Juve.