Premium Sport

Roma, Totti: "Alla Juve invidio solo lo stadio. Il migliore al mondo è Messi"

Il dirigente giallorosso premiato a Dubai: "In questo momento non sto pensando di fare l'allenatore"

  • TTT
  • Condividi

Un nuovo riconoscimento per Francesco Totti. L'ex capitano della Roma ha ricevuto un premio alla carriera dal Dubai Sports Council nell'ambito dei Global Soccer Awards. "Ho preferito il calcio ai soldi, è sempre stato così per me. Fino all'anno scorso il mio obiettivo era giocare ed essere in campo. Ora la mia priorità è investire nella Roma e promuovere il club nel mondo" le parole dell'attuale dirigente giallorosso nel corso dell'International Sports Conference.   

Nel presente di Totti non c'è l'idea di sedersi in panchina: "In questo momento non sto pensando di fare l’allenatore, quando pensi di farlo ti scatta qualcosa nella testa e a me non è scattato. Alcuni miei ex compagni hanno pensato da subito alla carriera da allenatore, appena hanno finito con quella da calciatore, era un pensiero che avevano in testa. Penso ad altro, in futuro se tornerà questa idea ci rifletterò profondamente".

Il presente è anche occasione per svolgere uno sguardo al passato: "Il calcio rispetto ai tempi nostri è cambiato, preferivo quello di prima a quello di adesso: ora si pensa più al business, prima si pensava più a far crescere i ragazzi. Gli aspetti più romantici del calcio sono la fedeltà e l’appartenenza, non la parte commerciale. In Italia dal punto di vista internazionale ci sono Milan e Inter che sono le squadre più blasonate. Poi Real Madrid, Barcellona, Manchester, sono più strutturate economicamente. Per noi in Italia è più complicato affrontarle, si fa più fatica rispetto alle altre nazioni".

In Italia la Roma è reduce dal ko di Torino: "Io vedo, ascolto, scruto. E quello che posso dire in questo momento è che l'unica cosa che posso invidiare alla Juventus è lo stadio di proprietà. Se anche la Roma sta facendo un pensierino a Dybala? La vedo molto difficile, anche perché se dovesse cambiare squadra non penso che dalla Juve viene alla Roma. Credo che andrà altrove, a fare una esperienza all'estero. Ma queste sono tutte chiacchiere da bar perché penso che rimarrà alla Juve, un top club mondiale. Ha la possibilità di vincere con quella squadra, e dipenderà anche da lui".

"Il miglior giocatore al mondo? Per me è Messi. Ma non ditelo a Cristiano Ronaldo e a Neymar... I soldi spesi dal Psg per il brasiliano sono troppi, figuriamoci gli 85 spesi dal Liverpool per Van Dijk" conclude Totti.