Premium Sport

Roma, "tifosi pericolosi": vietata la trasferta a Udine

La Prefettura del capoluogo friulano fa l'elenco di scontri e furti che hanno visto coinvolti gli ultrà giallorossi: bufera sul web

  • TTT
  • Condividi

"Per preminenti ragioni di tutela dell’ordine, della sicurezza e dell’incolumità pubblica sono adottate le seguenti prescrizioni: divieto di vendita dei tagliandi di tutti i settori ai residenti nella Regione Lazio". L'ordinanza della Prefettura di Udine in relazione alla sfida di sabato tra i friulani e la Roma si chiude con il divieto di trasferta ai tifosi giallorossi.

Non è una novità, ma a scatenare la reazione dei sostenitori romanisti sul web sono le premesse dell'ordinanza stessa: in uno dei paragrafi, infatti, si legge: "La Questura di Udine, a sostegno e conferma delle determinazioni del Comitato di Analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, elanca una serie di eventi sportivi nazionali e internazionali che provano la pericolosità del tifo organizzato romanista, con particolare riguardo per quello proveniente dalla capitale". Nel suddetto elenco compaiono gli scontri con i tifosi di Verona, Atalanta e Chelsea e i furti nelle aree di servizio durante le trasferte per le partite contro Atalanta, Milan, Torino e Sampdoria.