Premium Sport

Napoli, De Laurentiis: "I poteri forti rinviano la VAR in Europa"

Il presidente: "Sarri? Ha un contratto fino al 2020. Tifo Roma in Champions"

  • TTT
  • Condividi

Aurelio De Laurentiis sposa la posizione di Andrea Agnelli in merito all'introduzione della VAR nelle competizioni europee ma anche su Pierluigi Collina: "Non capisco perché un'eccellenza tecnologica italiana non possa essere estesa a livello internazionale e come certi poteri forti possano rinviarla conntinuamente. Non sapevo che Agnelli se la fosse presa con Collina, anni fa mi buttò fuori e l'unica mia colpa era di aver parlato da uomo libero, cercando di spostare certi paletti: non capisco come faccia a cadere in questo gioco".

Il presidente del Napoli continua: "Gli arbitri non dovrebbero far capo alla Federcalcio, ma alla Lega perché noi dobbiamo poter dire la nostra, ci troviamo di fronte a situazioni al limite della legalità. La VAR va estesa e migliorata, come tutte le nuove tecnologie ha bisogno di un continuo rodaggio".

Nel giorno del sorteggio delle semifinali di Champions League, De Laurentiis auspica un rinnovo della formula europea: "I club europei dovrebbero poter creare una sorta di campionato in cui tutti giocano contro tutti, senza dipendere da un'estrazione monegasca che a un primo turno ti può mettere di fronte a un Real Madrid e quindi penalizzarti subito".

Infine, sul rinnovo di Sarri: "Ha un contratto fino al 2020, gli è stato proposto il rinnovo. Quando vorrà firmare, anche con eventuali modifiche chieste da lui, io ci sono sempre. Può rescindere? Certo ma prima vediamoci e parliamone insieme. Ho scelto io Sarri come per ogni allenatore, non mi sembra di aver fatto male".