Premium Sport

Napoli, De Laurentiis: "A Cristiano Ronaldo ho detto no"

Il patron: "Mendes me l'ha proposto, ma con 350 milioni avrei spinto il club verso il fallimento. Io l'avrei pagato con le percentuali sugli incassi"

  • TTT
  • Condividi

Cristiano Ronaldo è già un calciatore della Juve, ma a poche ore dalla presentazione viene fuori un retroscena piuttosto sorprendente, prima svelato dai quotidiani, poi confermato da Aurelio De Laurentiis: prima ancora di trattare con i bianconeri, Jorge Mendes ha offerto il giocatore al Napoli, visti i rapporti del portoghese con Carlo Ancelotti. Insomma, la storia dell'affare del secolo avrebbe potuto prendere tutta un'altra direzione, ma il patron partenopeo ha dovuto declinare la proposta dell'agente.

"Ronaldo - ha spiegato De Laurentiis a Repubblica - era stato proposto pure al Napoli. Mi telefonò il suo procuratore, Mendes. Abbiamo formulato anche la nostra offerta e avremmo pagato CR7 con le percentuali sugli incassi successivi garantiti dal suo arrivo. I 350 milioni che investirà la Juventus sono oltre la nostra portata, avremmo rischiato di spingere il club verso il fallimento".

I costi dell'operazione chiusa dalla Juve (100 milioni per il cartellino, altri 35-40 tra commissioni e oneri accessori, 60 lordi all'anno per l'ingaggio) non erano e non sono sostenibili per un club come il Napoli, che ha un fatturato decisamente inferiore, come ripeteva spesso Sarri nella scorsa stagione. Agnelli ha voluto fare un investimento che, come fanno notare molti esperti, dovrebbe essere assolutamente proficuo non solo in termini sportivi ma anche economico-finanziari, per tutto l'indotto che Ronaldo genera.

Ma ci sono imprese che possono permettersi investimenti ingenti e altre che non possono fare il passo più lungo della gamba. Così De Laurentiis, suo malgrado, ha dovuto dire no a Mendes e a Cristiano Ronaldo, impedendo così al Napoli e a Napoli di abbracciare per la seconda volta nella sua storia, dopo Diego Armando Maradona, il giocatore più forte del mondo del momento.