Premium Sport

Milan, Mirabelli: "Gattuso qui per dieci anni, stiamo valutando Strinic"

Il ds: "Non c'è tempo per i rimpianti, ne abbiamo altro per fare tanta strada"

  • TTT
  • Condividi

Nonostante il mezzo stop di Udine, recentemente con Gennaro Gattuso il Milan è tornato a macinare punti (tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro partite) ed ecco perché Massimiliano Mirabelli si augura un lungo futuro con lui al timone: "Di Rino mi piace tutto: lavora molto ed entra nella testa dei giocatori - le parole al premio Amici dei bambini - . Il giorno in cui abbiamo affidato la panchina a lui per tanti era una scommessa invece abbiamo scelto il migliore per noi e pensiamo possa rimanere qui dieci anni".

Così il ds rossonero sull'attacco che non segna: "Siamo tra le squadre che calciano più in porta. André Silva non sta ancora dando ciò che ci aspettavamo ma siamo sicuri che in futuro sarà tra i migliori al mondo. A Kalinic non dobbiamo dare troppe responsabilità. Cutrone? È sempre il suo momento, il mister tiene tutti sulla corda".

Sulla rosa: "Sappiamo che stiamo lavorando, poi per dire che abbiamo fatto bene ce ne vuole. Abbiamo costruito una rosa di giocatori giovani e messo solide fondamenta per il futuro, abbiamo un’età media bassa e tanti italiani in campo".

Infine, sul possibile acquisto a zero di Strinic: "Siamo attenti nel guardare tutti i prospetti come lui, stiamo valutando".

CUTRONE: "INZAGHI? PARAGONE PREMATURO"

Allo stesso evento, Patrick Cutrone ha vinto il premio di miglior giovane: "Se non segno in allenamento mi arrabbio, figuriamoci in partita ma è presto per paragonarmi a Inzaghi. Gattuso ha detto cose importanti su me ma tratta tutti allo stesso modo. Il difensore che mi ha menato di più è stato Ajeti del Crotone, per tutta la partita".