Premium Sport

Milan, Fassone: "Bonucci? E' stato decisivo Montella. Faremo ancora qualcosa"

L'ad rossonero: "Sarebbe bello avere uno tra Belotti, Morata e Aubameyang"

  • TTT
  • Condividi

A margine dell'evento organizzato a Guangzhou per la presentazione della tournée in Cina, Marco Fassone ha fatto il punto sulla situazione in casa Milan. Queste le dichiarazioni dell'ad rossonero ai microfoni di Premium Sport.

"Bonucci? Era un'idea un po' folle. Chi ha spinto più di tutti per convincere me e Mirabelli è stato Montella. Il mister era convinto prima di noi che sarebbe stato possibile fare il colpo. Io ero molto scettico: 'Figurati se la Juventus dà a noi Bonucci'. Non volevo quasi neanche provarci, poi Montella ci ha lavorato molto, mi ha spinto, siamo andati a vedere e abbiamo fatto questa operazione rapidamente e velocemente. E' un segnale per me molto importante rispetto a qualche mese fa vedere che giocatori di club che partecipano alla Champions League abbiano voglia di venire qui. Lo trovo molto bello per il futuro al di là del valore inestimabile di Bonucci anche fuori dal campo. E' un guerriero, un leader e sono sicuro che darà un grande aiuto alla nostra squadra".

"Più difficile chiudere per Bonucci o per Biglia? Con Lotito è sempre più complicato al di là dei valori economici in gioco. Bisogna prenderla dal punto di vista del 'divertimento': Lotito è molto simpatico ma è uno sfinimento... ti porta fino all'ultima goccia prima di arrivare alla firma".

"Abbiamo la fortuna di essere in Cina, di essere a contatto con la proprietà per capire bene quante risorse abbiamo a disposizione, è evidente che non sono illimitate. Abbiamo fatto una campagna già molto importante. Dovremo fare i conti, ragionare bene con il mister: queste due amichevoli (con Borussia Dortmund e Bayern Monaco per l'ICC, esclusiva di Premium Sport ndr) daranno indicazioni tecniche a lui e Mirabelli. Quando torneremo in Italia imboccheremo la strada giusta. Stiamo tenendo aperte diverse piste: qualcosa faremo".

"Sono stati fatti tanti nomi di attaccanti fortissimi (Belotti, Morata, Aubameyang ndr). Sono tre punte con caratteristiche diverse ma che sarebbe bello avere con noi. Vedremo alla fine dove cadrà la scelta, se su questi o su altri i cui nomi non sono ancora usciti".