Premium Sport

Milan, Fassone agli azionisti: previsioni Champions errate...

L'a.d. ha trattato temi finanziari e sportivi dopo l'assemblea: a gennaio niente acquisti, cessione di top player non obbligatoria in estate

  • TTT
  • Condividi

Marco Fassone ha risposto a tutte le domande degli azionisti, in separata sede. Dopo l'assemblea dei soci che ha approvato il bilancio semestrale (periodo gennaio-giugno 2017), l'amministratore delegato del Milan ha chiarito alcuni punti sia dal punto di vista economico-finanziario, che sportivo. 

La decisione dell'Uefa sul Voluntary Agreement arriverà entro Natale e Fassone ha espresso soddisfazione per il piano presentato, molto dettagliato: c'è grande fiducia che possa essere accettato, consapevoli che si tratta del primo caso. La sfida del club è arrivare all'utile di bilancio per il 2020, quando c'è anche l'opzione quotazione in Borsa. A quel punto, probabilmente, entrerà nel vivo la questione stadio: un impianto di proprietà è previsto nel medio termine, al momento resta San Siro l'opzione preferita, ma bisognerebbe battagliare con l'Inter.

Fassone ha confermato anche l'ipotesi del rifinanziamento del doppio debito contratto con Elliott (180 in seno alla proprietà, 123 in seno al club) tramite Bgb Weston, rimarcando però il mancato coinvolgimento dell'ex ad della Juventus Giraudo che per la società londinese lavora esclusivamente nel settore immobiliare.

Interessanti anche le risposte date da Fassone sul piano sportivo: di fatto il club ammette di aver sbagliato previsioni sull'accesso in Champions, pensando che al Milan sarebbe bastato fare 71-72 punti per arrivare tra le prime 4. L'avvio del campionato dice altro, con le grandi proiettate verso una quota decisamente più alta. A gennaio, in ogni caso, il Milan non farà colpi a meno che "non sia strettamente necessario". Fassone ha poi chiarito il discorso sul top player: non sarà ceduto necessariamente in estate in caso di mancato accesso alla Champions, ma solo se si potrà sostituirlo con un altro più funzionale al progetto.