Premium Sport

Juventus-Milan, una giornata di squalifica a Bacca

Ammonizione per Galliani e Maiorino che "hanno insultato i giocatori bianconeri"

  • TTT
  • Condividi

I lunghi strascichi di Juventus-Milan vedono la parola fine con le decisioni del Giudice Sportivo che, al contrario di alcune indiscrezioni della vigilia, non penalizzano troppo i rossoneri su quanto accaduto dopo il fischio finale dello Stadium. Dei giocatori è stato squalificato solo Carlos Bacca: un turno di stop (e multa di 10.000 euro) per il colombiano, che quindi salterà il Genoa.

Sospiro di sollievo dunque in casa Milan (che, come previsto, perde per una giornata anche Romagnoli e Sosa squalificati) dato che si temevano sanzioni anche per De Sciglio, Poli e Donnarumma, tutti e tre molto agitati nel post-gara. 

Oltre allo stop per Bacca, ammonizione con diffida per Maiorino e Galliani, che erano entrati sul terreno di gioco dopo il triplice fischio "per avere rivolto, al termine della gara, frasi offensive nei confronti dei tesserati della squadra avversaria". Il club rossonero dovrà inoltre pagare una multa di cinquemila euro.

IL COMUNICATO

Nel comunicato della Lega Calcio, si legge che Bacca è stato squalificato “per avere, al termine della gara, nel recinto di giuoco, già sostituito ed in abiti civili, protestato in maniera plateale e veemente nei confronti di un Arbitro Addizionale, avvicinandosi con atteggiamento aggressivo nei confronti del medesimo, finché non veniva trattenuto ed allontanato a forza dai dirigenti e dall'allenatore della propria squadra; infrazione rilevata anche dai collaboratori della Procura federale".

GLI ALTRI SQUALIFICATI

Il giudice sportivo, poi, ha deciso di fermare per un turno di campionato anche Bruno (Pescara), Burdisso (Genoa), Bruno Henrique (Palermo), Kurtic (Atalanta), Masina e Torosidis (Bologna), Milinkovic-Savic (Lazio), Tomovic (Fiorentina) e Viviano (Sampdoria). Stabilite anche l'ammonizione con diffida per il tecnico del Crotone, Davide Nicola, e ammende per Cagliari, Fiorentina, Sampdoria (tutte 2.000 euro) e Genoa (1.500).