Premium Sport

Juventus, Allegri: "Perin ottimo acquisto, Szczesny è il titolare"

Il tecnico, ospite a Tiki Taka, stabilisce già le gerarchie tra i portieri: "L'anno prossimo lo scudetto si vincerà con meno punti"

  • TTT
  • Condividi

"Perin è un ottimo acquisto, ma il titolare è Szczesny". Per alcuni potrebbe non essere una sorpresa, forse non lo è neppure per Mattia Perin, che pochi giorni fa ha firmato un contratto con la Juve fino al 2022, ma la rivelazione di Massimiliano Allegri a Tiki Taka è comunque una notizia. Prima ancora di vedere all'opera da vicino il portiere arrivato dal Genoa, il tecnico stabilisce già le gerarchie.

E a proposito di portieri torna sull’addio di Buffon. "È passato quasi un mese dalla sua ultima partita. Ho avuto la fortuna di allenare un campione straordinario come lui. L’anno scorso, insieme alla società, ha deciso che sarebbe stata la sua ultima stagione e così è stato. Poi nella vita ci sono degli imprevisti come l’Italia che non va a Mondiali che magari ti fanno prendere altre decisioni. Dopo l’infortunio ha finito alla grande la stagione, è stato bene sia a livello mentale che fisico e questo gli ha dato la spinta per giocare ancora".

Allegri spiega i perché del no al Real Madrid (che trattiamo a parte), poi parla del recente trionfo: "E’ stata una stagione bellissima, vincere il settimo scudetto è stato importante perché avevamo di fronte un grandissimo Napoli che ha fatto il record di punti della sua storia ma noi siamo stati bravi a farne 95. Nelle ultime 5 gare avevamo 3 scontri diretti e sapevamo che il campionato sarebbe passato da lì. Abbiamo fatto bene anche in Champions, vincere 3-1 a Madrid non è facile, siamo andati vicino al passaggio del turno e forse avremmo meritato di giocare i supplementari. Quella però è stata la gara che ci ha fatto cambiare passo in campionato, avevamo bisogno di una grande gara a Madrid. Nella gara d’andata  avevamo fatto bene, ma abbiamo perso 3-0 e lì mi è stato detto che contava solo il risultato mentre quando vinciamo mi dicono che conta anche il gioco: devono mettersi d’accordo".

"Ancelotti al Napoli? C’è grande amicizia con lui. Il calcio italiano ha riacquistato un allenatore importante e vincente. Per il Napoli è un valore aggiunto, dispiace non avere Sarri che ha fatto pure lui cose importanti ma per tutti noi allenatori sarà stimolante confrontarci con Ancelotti. Che stagione mi aspetto l’anno prossimo? Credo che l’anno prossimo si vincerà lo Scudetto con meno punti, ci sarà un livellamento verso il basso. Cresceranno sia l’Inter che la Roma che sono squadre solide. La Lazio darà sempre fastidio alle prime mentre il Milan è un’incognita, 30 punti di differenza da colmare sono tanti ma nel calcio non si sa mai".

"Un giudizio su Golovin? Mi dicono che sia bravo, poi i giocatori forti si vedono subito. Cancelo obiettivo per la difesa? E’ un giocatore dell’Inter. La Juventus come sempre si muove bene sul mercato e quando chiuderà avrò a disposizione una rosa competitiva per lottare su tutti i fronti. Possibile scambio Higuain-Icardi? Sono due grandi centravanti ma quando c’è il Mondiale il mercato inizia dopo il torneo. Alla fine del Mondiale inizia un altro mercato".