Premium Sport

Inter, quando parti così poi arrivi sempre tra le prime quattro...

I nerazzurri si godono la vetta della classifica: i precedenti sono molto incoraggianti

  • TTT
  • Condividi

L'Inter ha già un ritmo Champions: a dirlo sono i precedenti storici. I nerazzurri hanno vinto tutte le prime tre giornate di campionato per la quarta volta da quando si assegnato tre punti a vittoria (1994/95): quando è successo sono sempre arrivati tra le prime quattro. I tifosi faranno gli scongiuri ma le premesse per raggiungere l'obiettivo stagionale dichiarato non mancano. Soprattutto se Icardi e Perisic continueranno a viaggiare con simili ritmi: gli otto gol dell’Inter in questo campionato hanno visto il coinvolgimento, con gol o assist, di almeno uno dei due campioni. 

E pensare che in estate Perisic era stato a un passo dal Manchester United di Mourinho. Spalletti si è speso in prima persona per non cedere l'esterno croato e ha avuto ragione: il croato, fresco di rinnovo, è un autentico fuoriclasse in grado di spaccare le partite. Era avvenuto a Roma ed è avvenuto contro la Spal. La vena realizzativa di Icardi non è invece una novità. L'argentino tuttavia non aveva mai trovato la rete in tutte e tre giornate iniziali di A e ha segnato un gol ogni 12 palloni giocati. Una media pazzesca per un giocatore che finalmente adesso non viene più snobbato dalla nazionale argentina. 

Le buone notizie dalle parti di Appiano Gentile non finiscono qui. In difesa la coppia Skriniar-Miranda cresce di gara in gara. L'ex sampdoriano sta dimostrando di essere solido e affidabile: le ironie sul prezzo del suo cartellino sono state spazzate via rapidamente. Risposte importanti sono arrivate anche a centrocampo con un Gagliardini di nuovo super e un Joao Mario sempre più continuo sulla trequarti. Se non bastasse il calendario da qui al derby del 15 ottobre propone Crotone, Bologna, Genoa e Benevento: mantenere la testa della classifica fino alla stracittadina non è utopia.