Premium Sport

Inter, de Boer: "Tre mesi che sono sembrati un anno"

L'olandese: "Non mi sento danneggiato, sapevo che era difficile"

  • TTT
  • Condividi

Trapattoni la chiamava "lavatrice Inter", Frank de Boer ha imparato sulla propria pelle cosa significasse: "L'esperienza a Milano mi ha portato via tante energie - le parole al De Telegraaf -: ho passato tre mesi sulla panchina nerazzurra ma è sembrato un anno". Il tecnico olandese, sostituito a metà novembre da Pioli, però non rinnega le settimane interiste: "Non mi sento danneggiato dall'esonero, sapevo non sarebbe stato facile. L'Inter è un top club a livello mondiale, avere successo lì sarebbe stato il massimo e non credo che questa esperienza abbia rovinato il mio curriculum".

De Boer ha poi ricordato le difficoltà con la realtà italiana: "Mi hanno proposto l'Inter due settimane prima dell'inizio della serie A, ho dovuto imparare una lingua nuova in pochissimo tempo. Speravo solo che i dirigenti mi dessero più tempo, sapevano che il mio progetto non poteva svilupparsi in poco tempo. I tifosi ancora mi apprezzano mi fa piacere".

Sul futuro: "Ho ricevuto tante offerte ma aspetterò la nuova stagione. Mi piacerebbe la Premier League, o anche la Bundesliga e la Liga. Ho qualche dubbio in più sulla Cina, in Olanda andrei solo all'Ajax".