Premium Sport

Inter, Ausilio: "Icardi? Vogliamo migliorare il suo contratto"

Il ds dei nerazzurri: "De Vrij non sarebbe un caso in altri paesi"

  • TTT
  • Condividi

''Icardi ha un contratto di tre anni. La volontà e la voglia è di migliorare qualcosa nel contratto dando la giusta gratificazione al ragazzo. Con lui e con altri ci siederemo al tavolo per parlare di contratto''. Il direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio, risponde così ad una domanda sulla permanenza o meno del bomber nerazzurro. ''Il lavoro di Spalletti - aggiunge Ausilio ai microfoni di Radio Anch'io lo sport - è stato positivo, c'è da costruire un'Inter migliore''. Il Mercato? ''Smentisco - sottolinea Ausilio - l'interesse di Spalletti su Florenzi e Bruno Peres''.

"Brozovic e Perisic restano? Dopo ieri direi che rimangono tutti, poi c'è la razionalità. Noi vogliamo tenere dentro i giocatori forti e aggiungerne altri per migliorare. Brozovic e Perisic sono due dai quali vogliamo ripartire", ha proseguito Ausilio. Stesso discorso per Handanovic. "Io non ho visto questo calo, sinceramente ho visto una stagione importantissima di Handanovic. Secondo me è uno dei portieri migliori d'Europa, un campione che ci teniamo stretti".

''Anche io avrei fatto giocare de Vrij, parliamo di un giocatore che ha dato tantissimo alla causa della Lazio negli ultimi due mesi. In altri paesi non si sarebbe mai parlato di un caso de Vrij''. Ausilio è stupito del clamore causato dall'acquisto del difensore olandese, ieri decisivo negativamente (suo il netto fallo da rigore) per i biancocelesti nello spareggio Champions all'Olimpico. ''La Champions - prosegue Ausilio - ci dà una mano, ma non risolve i problemi di bilancio dell'Inter. Ci sono dei riscatti importanti (Cancelo e Rafinha, ndr) e non sarà facile, non possiamo nasconderlo. Tra Europa League e Champions la differenza è di 40 milioni circa''.