Premium Sport

Il Papu Gomez vuole l'Italia: "Va cambiata la regola Fifa"

Il giocatore dell'Atalanta a Premium: "Crediamo nell'Europa League, al futuro non penso"

  • TTT
  • Condividi

Il Papu Gomez per un giorno ha cambiato mestiere diventando cuoco nella Piadineria Casa Maioli. L'ala dell'Atalanta ha conquistato i tifosi bergamaschi a suon di prestazioni eccellenti e gol e tra i segreti delle sue grandi performance c'è anche l'alimentazione: "Abbiamo un nutrizionista, mangiamo molto bene e cerchiamo di rispettare la dieta, per fortuna non è vegana. Tra poco inseriremo anche le piadine...".

Dopo il successo sul Pescara la squadra di Gasperini potrà rifiatare per la sosta, dovuta agli impegni delle Nazionali: "Ho fatto i complimenti a Petagna per la convocazione, sono contentissimo per lui perché per me è come un fratello. Spero che possa esordire, è una grande esperienza e se la deve godere".

Anche il Papu spera ancora nella chiamata dell'Italia: "Ho giocato per l'Under 20 argentina e non avevo ancora la cittadinanza italiana. Per poter giocare con la nazionale azzurra dovevo avere il doppio passaporto. E' una regola Fifa che va cambiata, non so se gli avvocati Figc siano al lavoro. Senza questo problema burocratico probabilemente adesso sarei con Petagna a Coverciano".    

Nel frattempo un altro sogno potrebbe diventare realtà, ovvero la qualificazione dell'Atalanta in Europa League: "Ci crediamo, siamo lì anche se sappiamo che sarà una lotta durissima con grandi squadre. Giocheremo tante partite in casa e dobbiamo sfruttare il fattore campo. Quanti gol punto a fare? Vediamo se posso farne tre o quattro in più: sarebbe spettacolare e significherebbe che la squadra continua a vincere. Al futuro e al mercato non penso: la testa è tutta concentrata sull'Atalanta e finché sarò qui darò il massimo per questa maglia. Poi nel calcio non si sa mai quello che può succedere".