Premium Sport

Il Guardian: "La Serie A può essere di nuovo il campionato più bello del mondo"

Il quotidiano britannico analizza l'avvio di stagione: più spettacolo, competizione e tanti talenti

  • TTT
  • Condividi

"La Serie A può tornare a essere il campionato più bello del mondo". All'indomani del deludente pari della Nazionale di Ventura contro la Macedonia, arriva un giudizio lusinghiero per il calcio italiano da parte del Guardian.

Diversi sono gli elementi che spingono a questa conclusione, a cominciare dell'aumento dei gol. La media reti a partita è salita a 2,88, a dispetto della vulgata che vuole i tecnici nostrani come catenacciari e preoccupati prima di tutto di non "prenderle". Più spettacolo che evidentemente richiama allo stadio un numero crescente di spettatori, con 1500 unità in più rispetto alla scorsa stagione. Merito anche dei numerosi talenti presenti in A: vengono citati dal Guardian i milanisti Donnarumma e Cutrone, il 16enne del Genoa Pellegri (primo millennial a realizzare una doppietta nel massimo campionato) e il viola Federico Chiesa

A contibuire all'interesse ritrovato la 'feroce' competizione per le zone alte della classifica: il Napoli di Maurizio Sarri, paragonato al Milan di Sacchi, sta dando filo da torcere alla Juventus, "finalista due volte nelle ultime tre edizioni della Champions League" e traino dell'Italia in Europa. Viene infine evidenziata l'importanza dell'introduzione della VAR: l'uso della tecnologia "ha avuto un buon impatto". Ci sono insomma tutti gli ingredienti perché il nostro Paese torni a dettare legge come nei tempi d'oro, quelli degli anni '90 e primi 2000.