Premium Sport

Il blob: Petagna si spoglia, Gomez comico. E Allegri fa morire il dottore...

Dieci frasi, dieci premi: De Laurentiis denigra gli ex, Ibra si crede Indiana Jones

  • TTT
  • Condividi

Omaggio al Papu nella settimana del suo compleanno, premio speciale a De Laurentiis che tira bordate a Sarri (e involontariamente denigra i suoi ex giocatori), Allegri tira una gufata pazzesca al medico della Juve: dieci frasi, dieci premi, ecco il blob della settimana.

PREMIO ZELIG - Alejandro Gomez, trequartista dell'Atalanta, su Instagram
"Se nessuno ti ha visto come eri vestito ieri, allora puoi mettertelo anche oggi. #pensaredipiu #papufrasi #quantomepiacequestecazzate #tagyourfriends se ti succede"

PREMIO FULL MONTY - Bryan Cristante, centrocampista dell'Atalanta, a La Gazzetta dello Sport
"All'Atalanta siamo tutti bei personaggi, anche se ognuno è matto a modo suo. Io e Petagna siamo assieme da quando abbiamo 14 anni. Abbiamo lo stesso tatuaggio, fatto a 16, una scritta in arabo che significa “matti”. Lui una volta ha fatto lo spogliarello e ha voluto fare il video, io l’ho ripreso, ma il Milan l’ha presa male"

PREMIO GUFO - Massimiliano Allegri, allenatore della Juve, in conferenza stampa 
"Pjanic sta bene. Almeno... perché di solito mi arriva la telefonata del dottore la mattina e quando vedo il numero del dottore... Stamattina non mi è arrivata e allora ho detto: 'È morto il dottore stamane'..."

PREMIO PAPPAGONE - Massimiliano Allegri, allenatore della Juve, in conferenza stampa
"Negli ultimi anni chi ha vinto il titolo di capocannoniere non ha vinto lo scudetto. Se Higuain continua così, lo levo"

PREMIO PLURALE MAIESTATIS - Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, a Premium Sport
"I salari dall'epoca di Mazzarri sono saliti del 100%, quindi li abbiamo raddoppiati. Con il buon Mazzarri avevano gli Aronica, avevamo i Grava e affrontavamo in Champions i Manchester City, i Chelsea, eccetera eccetera". Aronica e Grava l'avranno presa bene...

PREMIO GRILLO PARLANTE - Cristiano Ronaldo, attaccante del Real Madrid, parlando di Casemiro, durante un allenamento dopo Real-Napoli 3-1
"Fa un gol e si crede un grande...". Pare stesse scherzando. Forse.

PREMIO STEVE URKEL ("Sono stato io a fare questo?") - Richard Vanigli, ex difensore dell'Empoli, a lalaziosiamonoi, parlando del fallo su Totti in Roma-Empoli del 2006
"Ricordo tutto: provai l’anticipo e non sono riuscito a prendere la palla, ma non presi neanche l’uomo. Sono entrato in modo irruento sulla palla e feci perdere l’equilibro a Totti... Non mi accorsi di cosa accadde dal vivo, anche se Francesco mi stava insultando in tutti i modi. Non riuscivo a capire il motivo lì per lì. Poi in sala stampa vidi il replay e ci rimasi veramente male".

PREMIO WILL SMITH ("Io sono leggenda") - Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Manchester United, in mixed zone dopo la tripletta al St. Etienne
"Dovunque sia andato, ho sempre vinto. Sono come Indiana Jones"

PREMIO X FACTOR - Branislav Ivanovic, ex difensore del Chelsea ora allo Zenit, a Sport Express
"Se c'è da scegliere tra Mourinho e Ancelotti, i giocatori scelgono tutta la vita Ancelotti. Gli allenamenti con Mourinho erano sempre gli stessi. Lui a volte scherza con la stampa, ma al campo è sempre serio. Se giochi per lui, devi seguire le sue regole. O lo ami o lo odi. Questo lo rende particolare"
 
PREMIO TAFAZZI - Paulo Dybala, attaccante della Juve
"Le 19 sostituzioni di Del Piero? Sì, me l'hanno detto. Magari sarò io a chiedere di essere sostituito adesso, perché qui è difficile battere i record relativi a presenze e a gol... quindi, se continuo ad essere sostituito, almeno batterò questo".