Premium Sport

Guidolin: "Dire no all'Inter è stata una scelta dolorosa"

L'ex Swansea: "Sono stato vicino anche a Juventus, Napoli e Lazio"

  • TTT
  • Condividi

Francesco Guidolin è ancora in attesa di una nuova sfida: "Più professionale che economica, qualcosa che mi tocchi il cuore: mi piacerebbe allenare una nazionale estera" confida alla Gazzetta dello Sport.

Tra passato e futuro, l'ex tecnico dello Swansea rivela: "Dire no all'Inter nel dopo de Boer è stata la scelta più dolorosa e tormentata perché sono tifoso nerazzurro dai tempi della Grande Inter. Mi era stato offerto un ruolo di traghettatore e avevo intuito che sarei stato confermato solo vincendo tutte le partite o quasi. Cosa impossibile, quindi ho deciso di sfilarmi. Fui vicino al nerazzurro anche vent'anni fa, mi cercò Moratti".

Ma ci sono anche altre big sfiorate da Guidolin: "Mi cercò anche Cragnotti, nel 2004 ebbi contatti con la Juventus che poi prese Capello. Nel 2013 De Laurentiis mi chiamò per il Napoli ma gli dissi no perché ero sicuro che sarei rimasto all'Udinese per il resto della mia carriera. Non è andata così, pazienza, ma con De Laurentiis siamo rimasti in ottimi rapporti".