Premium Sport

Fiorentina, Biraghi: "La mia famiglia minacciata di morte per il fantacalcio"

Il difensore: "Per me questi non sono tifosi"

  • TTT
  • Condividi

Recentemente Suso aveva raccontato una particolarità del popolo italiano: "È matto per il fantacalcio, mi fermano per strada chiedendomi di segnare anche se non tifano Milan".

Cristiano Biraghi amplia il discorso, che assume contorni inquietanti e violenti: "Dopo Verona (5-0 per i viola in trasferta, ndr) qualcuno ha scritto sul mio profilo Instagram augurando la morte dei miei familiari. Quello che mi ha fatto esplodere è ciò che ha scritto una persona, augurando che un familiare morisse nel match di ritorno a Firenze perché mi accusava di averlo fatto perdere al fantacalcio".

Il terzino della Fiorentina, comunque, non ne fa una discorso generale: "Questi per me non sono tifosi, né della Fiorentina né di altre squadre. Sono disposto ad accettare gli insulti, a patto che riguardino la mia prestazione: basta non venga tirata in ballo la mia famiglia".