Premium Sport

De Magistris: "Higuain? Lo respingeremo al pari di Salvini"

Il sindaco di Napoli: "La 'ndrangheta nel cuore della Juve è un fatto gravissimo"

  • TTT
  • Condividi

A due giorni dall'attesissima sfida tra Napoli e Juventus arrivano le parole di De Magistris a incendiare ulteriormente il match del San Paolo. Il sindaco del capoluogo campano in un'intervista al Fatto Quotidiano si sofferma sul passaggio di Higuain nelle fila dei bianconeri e fa un paragone con un 'avversario politico': "Peggio Salvini o Higuain? Non me la sento di dire chi è peggio. Giudico Salvini tra i peggiori politici di oggi, mentre su Higuain è il tifoso che parla. Poteva andare via, certo, ma andare alla Juve... Il concetto di tradimento è legato all'amore. I tifosi sono molto arrabbiati, basta farsi un giro per il web, sui social, guardare i fotomontaggi. Meglio evitare equivoci: Gonzalo può venire a Napoli, ma deve accettare fischi e pernacchie".

"Higuain sarà accolto da una marea di fischi, io farò quello che farà lo stadio. Lo respingeremo sportivamente, così come abbiamo respinto politicamente Salvini" aggiunge il primo cittadino. 

Ma le parole di fuoco, che senza dubbio alimenteranno le polemiche, riguardano l'inchiesta sui presunti rapporti tra la Juve e la malavita organizzata nella gestione dei biglietti dello Stadium: "La 'ndrangheta nel cuore della Juve è un fatto gravissimo, quasi da far parlare della Juve come di un clan e non di un club. E trovo scandaloso il silenzio dei giornali".