Premium Sport

Inter, Thohir: "Sono tifoso da quando c'erano i tre olandesi..."

Gaffe del presidente poi la precisazione: "Pensavo ai tre tedeschi"

  • TTT
  • Condividi

"Comprare un club di calcio non è solo una questione di business, devi amare quella squadra. Io sono interista da quando l’Inter comprò il trio degli olandesi e poi con l’arrivo di Ronaldo". A rilasciare queste dichiarazioni (a Metronews) è stato Erick Thohir, ex patron e attualmente ancora presidente dell'Inter, seppur azionista di minoranza dopo l'avvento di Suning: una gaffe, evidentemente. Infatti il trio degli olandesi era quello del Milan, nello stesso periodo, fine anni '80: Gullit, Rijkaard, Van Basten.

Thohir poche ore dopo ha precisato su Twitter: "Ovviamente stavo pensando ai tre tedeschi (Matthaus, Brehme e Klinsmann, ndr) e non agli olandesi".

Il presidente, durante la stessa intervista, ha parlato anche degli obiettivi dell'Inter: "Ci sono tanti passi da fare come la crescita del management, delle opportunità di business, i miglioramenti dal punto di vista infrastrutturale e la costruzione di una squadra solida. Ma Suning vuole fare un passo ulteriore: vuole che l'Inter torni in maniera fissa in Champions League e vuole vincere dei titoli. Abbiamo fatto tanti cambiamenti da quando sono subentrato a Moratti, come portare alcuni giocatori italiani, cosa che non era mai stata fatta prima. Dal 2013, abbiamo acquistato circa 25 giocatori".

LA PRECISAZIONE DI THOHIR