Premium Sport

Secondo l'Aia il mani di De Sciglio non era rigore: Daniele, Dov'eri?

L'indiscrezione: Nicchi e Messina avrebbero sottolineato l'errore, domenica sarà ancora addizionale

  • TTT
  • Condividi

Secondo i vertici arbitrali il ‘mani’ di De Sciglio non era da rigore. Il presidente dell’AIA Nicchi e il designatore Messina lo hanno fatto presente a Massa e Doveri, i due ‘protagonisti’ dell’episodio verificatosi al 95’ di Juventus-Milan. Un errore ritenuto non particolarmente grave, altrimenti qualcuno avrebbe pagato con una o più giornate di stop. Comunque un errore, di cui è stato ritenuto responsabile soprattutto l’addizionale Daniele Doveri.

Lo conferma il fatto che Massa sia stato spedito come addizionale in Cagliari-Lazio. Non una ‘punizione’, bensì una scelta in linea con i criteri generalmente adottati dal designatore, che ruota i suoi uomini rispettando per ognuno la seguente alternanza: direttore di gara-addizionale-direttore di gara-addizionale e così via…

Uno sguardo agli arbitri della 28° e alla loro designazione successiva può aiutare a capire: Orsato (che nella 28° giornata ha diretto bene il derby di Genova) sarà addizionale in Crotone-Fiorentina; Mazzoleni (bene in Lazio-Torino) addizionale in Samp-Juve; Gavillucci (Fiorentina-Cagliari) addizionale in Empoli-Napoli; Giacomelli (ok in Chievo-Empoli) addizionale in Atalanta-Pescara; Rocchi (Palermo-Roma) addizionale in Torino-Inter; Irrati (Inter-Atalanta) addizionale in Milan-Genoa.

E Doveri? Nella 29° giornata avrebbe dovuto ricoprire il ruolo di arbitro centrale, invece sarà addizionale in Udinese-Palermo, segno che è davvero lui a non aver convinto i vertici arbitrali nella gestione del finale di Juventus-Milan. Il fatto che l’arbitro romano non venga lasciato totalmente a riposo conferma poi che l’assegnazione del rigore per il ‘mani’ di De Sciglio è stata ritenuta sì un errore, ma non macroscopico.

Cosa succede a chi viene ritenuto responsabile di errori molto gravi? Lo dice la ‘epurazione’ di Giampaolo Calvarese. La sua direzione in Sassuolo-Milan (26° giornata) è stata ritenuta disastrosa da Nicchi e Messina (rigore di Bacca con doppio tocco non ravvisato; rigore non visto per fallo di Paletta su Politano), e così il fischietto di Teramo è rimasto fermo (nemmeno addizionale) nella 27° e 28° giornata. Rientra nella 29°, ma a piccoli passi: per lui c’è il ruolo di addizionale nella non decisiva Bologna-Chievo.

SIMONE MALAGUTTI