Premium Sport

Scozia, pallone nel fiume: lo ritrovano in Norvegia

Il Banks o' Dee riceve una sorprendente mail: "Avete fatto un lancio di 1800 km..."

  • TTT
  • Condividi

"Cari amici scozzesi, abbiamo ritrovato il vostro pallone: un saluto dalla Norvegia". Non è esattamente questo il contenuto della mail ricevuta dal Banks O' Dee, club di Aberdeen, ma il senso è quello e la storia merita di essere raccontata. Due squadre della categoria Under 19 si affrontano nei pressi del fiume Dee (da qui il nome del club) e il pallone, a un certo punto della partita, finisce in acqua, "sfocia" nel Mare del Nord e viene trascinato dall'acqua per 1100 miglia, pari a circa 1800 km, prima di concludere la sua odissea all'Isola di Vanna, nella Norvegia settentrionale, tra le braccia di Nils Hugo Andersen. "Uno dei lanci più lunghi della storia", come si legge nella mail.

Il ragazzo vede il nome del club sul pallone e decide di attivarsi, così fa inviare una mail all'amico Johnny Mikalsen, che ha poi raccontato la storia alla BBC. "Il pallone è solo un po' sporco, ma si può ancora utilizzare. Sarebbe bello riportarvelo in Scozia", ha scritto Mikalsen al Banks O' Dee. E il segretario del club, Tommy Ewan, è rimasto basito: "Nella mail era allegata la foto del pallone...". Quello partito da 1800 chilometri di distanza.