Premium Sport

Scottish Premiership, 18.ma giornata: il Celtic fa il vuoto: 2-1 al Dundee e primo posto a +11 sui Rangers

L'Aberdeen cade contro il Ross County e perde terreno. Frenano gli Hearts

  • TTT
  • Condividi

Nella 18.a giornata di Scottish Premiership non si ferma la corsa del Celtic. La capolista batte 2-1 il Dundee e vola a 46 punti, a +11 sui Rangers che hanno giocato due partite in più. La formazione di Brendan Rodgers sblocca il match al 47' con Griffiths e trova il raddoppio al 57' grazie a Nir Bitton. Inutile la rete di Haber al 69'.  

Perde terreno l'Aberdeen, battuto 2-1 dal Ross County. Boyce porta avanti gli Staggies al 26', McGinn pareggia i conti al 68' e a 2' dal termine Schalk segna la rete decisiva. Frenano anche gli Hearts, bloccati in casa sull'1-1 dal Partick Thistle. Welsh (47') replica per gli ospiti a Johnsen. (17'). Terminano con lo stesso punteggio Kilmarnock-inverness e St.Johnstone-Motherwell.

HAMILTON-RANGERS 1-2

Nell'anticipo della 18.a giornata di Scottish Premiership, grande esclusiva di Premium Sport, i Rangers vincono 2-1 sul campo dell'Hamilton centrando il quainto successo nelle ultime sei partite. I Gers salgono a quota 35, a -8 dal Celtic capolista che però ha giocato tre match in meno. Decide la doppietta di Waghorn. Inutile la rete di Imrie nel finale.   

Inizio non semplicissimo per i Rangers che riescono ad andare alla conclusione al 13’: il sinistro di Hodson è centrale e non crea grossi problemi a Woods. Gli ospiti insistono ma il loro predomino è sterile, almeno fino al 27’ quando Wallace colpisce una clamorosa traversa. La risposta dell’Hamilton è affidata a Docherty: il suo destro a giro da buona posizione termina alto. Sul fronte opposto Devlian mette provvidenzialmente la testa sul tiro di McKay. La formazione di Warburton cresce e al 40’ Waghorn sfiora l’1-0 con un diagonale insidioso. La pressione dei Gers si concretizza allo scadere del primo tempo: cross di Holt e colpo testa vincente di Waghorn.

Nella ripresa il copione non cambia: i Rangers si ripresentano in vanti alla ricerca del 2-0 che arriva al 52’: ancora Waghorn infila Woods in area sul traversone di Wallace dalla sinistra. Il numero 33 manda poi in porta Tavernier con un pallone geniale: Woods questa volta salva.  Gli azzurri potrebbero dilagare contro un Hamilton decisamente sovrastato fisicamente e tecnicamente. Tuttavia al 77’ Redmond ruba la palla a un distratto Halliday e da due passi Imrie riapre il match. L’Hamilton non le forze per agguantare il pareggio: finisce 2-1.