Premium Sport

Gattuso non dimentica i Rangers: "Gascoigne mi accolse con uno scherzo..."

Il tecnico del Milan: "Paul aveva un gran cuore. In Scozia ho trovato la forza mentale"

  • TTT
  • Condividi

Sono passati 20 anni ma Gennaro Gattuso non dimentica l'esperienza ai Rangers (stagione 1997-98). "Ho amato quel periodo. Glasgow è stato il luogo in cui ho iniziato a pensare come un calciatore professionista. Quando giocavo nel Perugia, dentro di me pensavo che mi mancava la forza mentale per uscire in campo e giocare senza la paura di sbagliare. Ma quando sono arrivato in Scozia, tutto era completamente diverso. Ho capito che avrei potuto fare questo lavoro a un livello molto alto e ho avuto la fortuna di giocare al fianco di alcuni grandi giocatori come Brian Laudrup, Jonas Thern e Paul Gascoigne" racconta l'attuale allenatore del Milan a Four Four Two.  

Ringhio parla nello specifico di Gazza: "Anche se da un punto di vista comportamentale non era sempre esemplare, Gascoigne mi dava spesso molti consigli e mi ha aiutato ad ambientarmi a Glasgow. Era famoso per i suoi scherzi, mi accolse facendo i suoi bisogni nei miei calzini, ma faceva anche tanti gesti gentili che molti non conoscono. Avrò sempre un bel ricordo di Paul e farò in modo che la gente sappia del suo grande cuore".