Premium Sport

Olimpiadi invernali 2018 a Pyeongchang: i risultati LIVE del 19 febbraio

Gare, medaglie e dichiarazioni dalla Corea del Sud

Aggiornamento in tempo reale

  • TTT
  • Condividi

salto con gli sci, prima volta per la norvegia

Primo oro della storia per la Norvegia nel salto con gli sci: Tande, Stjernen, Forfang e Johansson hanno vinto davanti alla Germania di Geiger, Lahye, Freitag e Wellinger e alla Polonia di Kot, Hula, Kubacki e Stoch. Undicesima l'Italia con Alex Insam, Sebastian Colloredo, Davide Bresadola e Federico Cecon.

Doping, la Russia difende Krushelnitckii: "Possibile contaminazione"

La Russia fa quadrato attorno al suo atleta positivo al doping, ma l'accusa a carico del vincitore del bronzo nel curling, Alexander Krushelnitsky, potrebbe costare alla squadra di Mosca la possibilità di essere reintegrata prima della fine delle Olimpiadi invernali. Il Tas in una nota ha fatto sapere di aver "avviato una procedura che coinvolge" Krushelnitsky, terzo nella gara del misto insieme alla moglie, Anastasia Bryzgalova. Il presidente della federazione russa di curling, Dmitry Svishchev, ha invece dichiarato che Krushelnitsky era risultato pulito in un controllo eseguito il 22 gennaio, il giorno prima di partire per uno stage di allenamento pre-olimpico, in Giappone. Ed ha ventilato la possibilità che l'atleta sia stato dopato a propria insaputa, introducendo il meldonio (vietato nel 2016) nel cibo o nelle bevande. Secondo Svishchev i responsabili potrebbero essere atleti russi rivali di quelli scelti per andare in Corea del Sud, o nemici politici della Russia. L'assunzione del meldonio "non può essere avvenuta al Villaggio Olimpico perché tutti mangiano lo stesso cibo della mensa - ha sostenuto il dirigente - Potrebbe essere accaduto durante lo stage di allenamento o nel periodo intermedio". L'allenatore del curling femminile russo, Sergei Belanov, ha dichiarato di non credere che un giovane "uomo intelligente" si doperebbe. "E' stupido. Ma Aleksandr non è stupido, quindi non ci credo"

SCI, giovedì la combinata

La combinata di sci è stata anticipata a giovedì (nella stessa giornata, quindi dello slalom maschile) rispetto al venerdì inizialmente previsto a causa di un possibile peggioramento del meteo nel weekend. La discesa femminile confermata mercoledì alle ore 3:00 italiane.

pattinaggio velocità, oro alla norvegia

Un altro oro per la Norvegia, è quello di Lorentzen nella prova dei 500 metri uomini dello speed skating che ha chiuso davanti al sudcoreano Cha e al cinese Gao. Un unico italiano in gara, è Mirko Nenzi che è arrivato 30°.

incidente sexy per papadakis

Biathlon, Dorothea Wierer: "Ora dimostriamo il nostro valore"

Italia, Pellegrino-Noeckler per Team Sprint

Saranno Federico Pellegrino, medaglia d'argento nella gara sprint, e Dietmar Noeckler a formare la coppia azzurra che scenderà in pista per la gara Team Sprint a tecnica libera dei Giochi olimpici di Pyeongchang, in programma mercoledì prossimo (ore 11 italiane). Dopo i dubbi dei giorni scorsi, soprattutto legati alla condizione di Noeckler, il ct Sepp Chenetti ha deciso di puntare sulla coppia consolidata (sono vicecampioni del mondo in carica della specialità), che solo il 14 gennaio scorso ha vinto la tappa di Coppa del Mondo di Dresda. La gara si svolgerà all'Alpensia cross country sport centre.

Biathlon, Lisa Vittozzi: "Voglio portare a casa un grande risultato"

Doping, la Russia non ha pagato la multa di 13 milioni

La Russia resta appesa a un filo. Oltre al caso di doping ai Giochi di PyeongChang, confermato anche dal Tas, del giocatore di curling, Aleksander Krushelnitckii, sulla squadra di Mosca pesa la multa da 13 milioni di euro che doveva essere pagata al Cio per finanziare la lotta al doping. Un requisito questo inserito negli accordi tra le parti che, unito all'osservanza scrupolosa delle norme etiche, avrebbe potuto riabilitare i russi ed aprire alla loro partecipazione alla sfilata di chiusura con il vessillo del Paese. Ma la sanzione non è stata ancora corrisposta: lo ha detto lo stesso capo delegazione dell'Oae, Stanislav Pozdnyakov, che ha ribadito che verrà pagata dopo la cerimonia di chiusura dei Giochi perché ci sia qualche chance che lo stop venga revocato. Lo stesso ex ministro dello sport Vitaly Mutko lo scorso dicembre aveva già detto che avrebbero pagato la multa solo se il Cio avesse acconsentito a non sanzionare ancora gli atleti di Mosca.

Sofia Goggia: "In gara seguirò la mia tattica"

"Andrò in gara per trovare la migliore Sofia, seguendo la mia tattica e solo una volta tagliato il traguardo mi girerò a guardare il tempo". Così l'azzurra Sofia Goggia si prepara per la discesa libera dei Giochi Olimpici di Pyeongchang, in programma mercoledì (ore 3 italiane). "Faccio la mia discesa tranquilla - ha detto - e se arriva la medaglia sono contenta, altrimenti rimarrò Sofia Goggia. In allenamento ho provato a studiare un paio di linee nuove ma ho commesso qualche errorino, ci può stare che succeda in allenamento. La discesa è bella perché ogni curva può essere interpretata diversamente. E' sempre più un'interazione tra lo sciatore, gli appoggi e la pista, qualcosa che va più sentito".

Curling, Italia ko con la Corea del Sud

L'Italia del curling dice quasi definitivamente addio al sogno semifinale. Gli azzurri, al quinto ko in sette partite, perdono 8-6 (3-0, 0-1, 1-0, 0-2, 1-0, 0-1, 2-0, 0-1, 0-1, 1-0) sono ora ultimi in classifica. Martedì sono in programma le sfide decisive con Svezia e Norvegia.

Il Tas conferma: aperta procedura su Krushelnitckii per doping

Il Tas conferma: l'atleta trovato positivo ai Giochi di PyeongChang è il russo (in gara come Oar) Aleksandr Krushelnitckii, giocatore di curling e bronzo nel team misto. Il tribunale arbitrale sportivo ha fatto sapere di aver avviato una procedura nei confronti dell'atleta, spiegando che non è stata fissata alcuna data per l'audizione di Krushelnitckii.

Dorothea Wierer: "dobbiamo dimostrare il nostro valore"

"Il nostro forte è la gara a squadre, nella staffetta daremo il massimo. Sappiamo quale è il nostro valore, lo vogliamo dimostrare". Dorothea Wierer guarda con fiducia alle prossime due gare ai Giochi di PyeongChang: finora l'azzurra del biathlon non è riuscita ad avvicinarsi al podio e cerca il riscatto nella mass start e poi nella staffetta. "Io sono contenta dei risultati - dice la Wierer a Casa Italia - adesso le condizioni meteo sono decisamente migliorate. Prima eravamo davvero esauriti, perché tutto era al limite. Dormire? Sempre poco, prendo le pastiglie, il livello di stanchezza è sempre alto: ma ce la posso fare e darò tutto",

Pattinaggio, Capellini e Lanotte quinti dopo corto

I pattinatori azzurri Anna Cappellini e Luca Lanotte sono quinti in classifica dopo la prova di corto nella danza ai Giochi olimpici di Pyeongchang. Hanno ottenuto un punteggio di 76,57. In testa la coppia canadese Tessa Virtue Tessa-Scott Moir (83,67) davanti ai francesi Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron (81,93). Undicesimo posto per gli altri azzurri Charlene Guignard e Marco Fabbri (68,16)

Prova discesa libera, Goggia seconda

L'azzurra Sofia Goggia ha chiuso al secondo posto la prova odierna preparatoria della discesa libera dei Giochi olimpici di Pyeongchang in programma mercoledì prossimo (ore 3 italiane). Ieri si era classificata quinta. Migliore nella seconda prova è stata la svizzera Stephanie Venier, con un vantaggio di 8 centesimi sulla Goggia e di 35 centesimi su Lindsay Vonn. Le altre azzurre: 11/a Nadia Fanchini, 17/a Johanna Schnarf, Oltre la ventesima posizione Federica Brignone e Marta Bassino.