Premium Sport

Nfl, draft show: ecco le prime stelle

Scelti i primi 32 migliori giovani che vengono dalle università

  • TTT
  • Condividi

Il sogno è iniziato, almeno per 32 giovani promesse. A partire da Myles Garrett, da Texas A&M, la prima scelta assoluta dei Cleveland Browns. Il draft NFL è soprattutto questo. I migliori giocatori provienienti dalle università che possono realizzare il sogno di una vita, giocare nella National Football League. Il simbolo delle pari opportunità nello sport a stelle e strisce perché consente a chi è rimasto sul fondo della classifica di avere il privilegio di scegliere per primo, di potersi assicurare i migliori prospetti.

Momenti indimenticabili, unici come dimostra Garett Bolles, scelto da Denver, salito sul palco per stringere la mano al commissioner Roger Godell insieme al figlio Kingston di soli quattro mesi. Takkarist McKinley, che giocherà ad Atlanta, invece ha portato la foto della nonna scomparsa che lo ha cresciuto, tenendolo lontano dalla droga e dalle gang. Ha gridato a tutti di aver mantenuto la promessa di andare al college, a Ucla, e diventare professionista.

Avrà festeggiato anche Jim Harbaugh, allenatore di Michigan, in questi giorni a Roma dove ha avuto anche l'opportunità di incontrare Papa Francesco, regalandogli un casco dei Wolverines. I suoi Jabrill Peppers e Taco Charlton sono stati scelti rispettivamente da Cleveland e Dallas. Il draft, che è tornato a Philadelphia dopo 56 anni e has radunato oltre 70mila tifosi, continua. Ci sono altri due giorni, altri 221 giocatori pronti a realizzare un sogno.

Gabriele Cattaneo