Premium Sport

MotoGp: Yamaha, Rossi: "Probabilmente correrò fino al 2020"

Il Dottore, a caccia del decimo titolo, parla del futuro durante i test in Qatar

  • TTT
  • Condividi

Mentre nel calcio italiano si discute del futuro di Gianluigi Buffon, in MotoGp sta accadendo più o meno la stessa cosa per Valentino Rossi: i due sono separati da un solo anno (classe 1978 il portiere, 1979 il pilota), sono a caccia di un ultimo successo per coronare la carriera (la Champions League e il decimo titolo nel motomondiale) e devono decidere cosa fare "da grandi".

Il Dottore, durante i test pre-stagione in Qatar, ha di fatto confermato, anche se indirettamente, la sua intenzione di proseguire anche dopo questa stagione: "Non mi aspettavo che Poncharal (titolare della Yamaha satellite Tech 3, ndr) lasciasse già a fine anno. Prendere la sua eredità sarebbe stata una bella opportunità (per il team di proprietà di Rossi, ndr) per provare l'avventura nella classe regina ma posso dire che nei prossimi due anni non faremo un team in MotoGp anche perché, probabilmente, correrò io. Ne riparleremo più avanti".

Rossi, insomma, arriverà sino al 2020 quando avrà 41 anni. Anche Lin Jarvis, capo della Yamaha, racconta la stessa versione: "Non è stato ancora firmato il suo rinnovo di contratto ma presumo che rimanga con noi anche se non è chiaro se Valentino voglia firmare per un anno o due".