Premium Sport

Formula 1, McLaren dice addio a Honda e passa a Renault

Arrivato l'annuncio ufficiale: per le prossime tre stagioni le monoposto avranno il motore della casa francese

  • TTT
  • Condividi

Adesso è ufficiale: la McLaren dice addio a Honda e nelle prossime tre stagioni, dal 2018 al 2020, avrà i motori Renault. Come era previsto, a Singapore è arrivato l'annuncio che potrebbe cambiare le gerarchie della Formula 1, che ormai da tempo non vedono la causa automobilistica britannica al vertice.

I numeri sono chiari: finora sono 53 i gran premi corsi dalle monoposto McLaren con la power unit giapponese subentrata nel 2015 con risultati piuttosto scadenti. Ben 23 ritiri, solo 114 punti su 2279 disponibili, tre quinti posti il miglior risultato. L'ultimo podio risale ad Australia 2014, l'ultima pole e l'ultima vittoria a Brasile 2012, ma all'epoca c'erano i motori Mercedes. Da qui il "divorzio consensuale" annunciato nel comunicato.

La Formula 1 avrà accolto con favore un altro annuncio arrivato nel weekend: il GP di Singapore rimarrà nel calendario mondiale fino al 2021 secondo quanto comunicato dal presidente della F1, Chase Carey: "Siamo molto felici di aver trovato l'accordo con gli organizzatori del GP di Singapore per confermare la gara in calendario per i prossimi 4 anni. Qui si è disputata la prima gara in notturna del nostro sport e questa corsa è una delle più eccitanti della stagione".