Premium Sport

Ferrari, è morto Sergio Marchionne

Il manager aveva 66 anni ed era in gravi condizioni per complicanze postoperatorie. La Juve giocherà col lutto al braccio

  • TTT
  • Condividi

Sergio Marchionne, 66 anni compiuti il 17 giugno, è morto: l'ex ad della FCA e presidente della Ferrari si trovava in ospedale a Zurigo in condizioni critiche da dieci giorni quando complicazione post-operatorie (il 27 giugno aveva subito un intervento ad una spalla) avevano improvvisamente aggravato le sue condizioni. Accanto a lui sino alle ultime ore di vita la compagna Manuela Battezzato e i figli Alessio e Tyler.

La famiglia ha sempre mantenuto massimo riserbo sulle condizioni fisiche di Marchionne ma pare che la situazione fosse precipitata lo scorso weekend tanto che lunedì si era sparsa la voce che fosse caduto in coma. La fretta con cui FCA e Ferrari hanno cambiato i propri vertici negli stessi giorni era stata una triste conferma a quelle voci. Secondo l'Ansa ha avuto un attacco cardiaco, è stato portato in rianimazione senza essere attaccato alle macchine in modo sistematico trovando la morte naturale in seguito a un secondo infarto.

L'ultima uscita pubblica di Marchionne era stata il 25 giugno, a Roma, quando aveva consegnato una Jeep all'Arma dei carabinieri: era già apparso affaticato ma, essendo figlio di carabiniere, non aveva mancato l'appuntamento. Nel 2019 era già prevista la sua uscita da FCA (dove era entrato 14 anni fa, quando la denominazione era ancora Fiat, rilanciandola) mentre avrebbe dovuto mantenere il ruolo in Ferrari dove aveva sostituito Luca Cordero di Montezemolo nel 2004.

JOHN ELKANN: "SUCCESSO QUEL CHE TEMEVAMO"

"È accaduto, purtroppo, quello che temevamo. Sergio, l'uomo e l'amico, se n'è andato. Penso che il miglior modo per onorare la sua memoria sia far tesoro dell’esempio che ci ha lasciato sia coltivare quei valori di umanità, responsabilità e apertura mentale di cui è sempre stato il più convinto promotore. Io e la mia famiglia gli saremo per sempre riconoscenti per quello che ha fatto e siamo vicini a Manuela e ai figli Alessio e Tyler. Rinnovo l’invito a rispettare la privacy della famiglia di Sergio". Così John Elkann, presidente di Exor, la holding della famiglia, annuncia la morte dell'ex amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne.

MATTARELLA: "VISIONE OLTRE L'ORIZZONTE"

"La sua visione ha sempre provato a guardare oltre l'orizzonte e immaginare come l'innovazione e la qualità potessero dare maggiore forza nel percorso futuro. Marchionne ha saputo testimoniare con la sua guida tutto questo, mostrando al mondo le capacità e la creatività delle realtà manifatturiere del nostro Paese". Lo sottolinea il presidente Sergio Mattarella ricordando la figura di Sergio Marchionne.

JUVENTUS IN LUTTO

La Juventus ricorda "con commozione" Sergio Marchionne e "partecipa al lutto, dedicando un pensiero speciale alla famiglia di Marchionne e a tutti coloro che gli sono stati vicino". Lo afferma il club bianconero, che sul proprio sito internet ripercorre la carriera del manager morto oggi a Zurigo. "Un gigante dell'industria, italiana e non solo, dotato di visione e capacità fuori dal comune", scrive la Juventus. Il club ha annunciato che giocherà col lutto al braccio nell'amichevole contro il Bayern.