Premium Sport

Il Daily Mail: "La Russia aveva messo a punto un programma di doping per i Mondiali"

Secondo il quotidiano inglese la Nazionale rischierebbe l'esclusione

  • TTT
  • Condividi

Un nuovo terremoto potrebbe scuotere il calcio. Secondo quanto scrive il Daily Mail la Russia (sotto la regia del vice primo ministro Vitaly Mutko) aveva pianificato un programma di doping per i Mondiali, che si sarebbe dovuto fondare sullo scambio dei campioni di urina.

Nel progetto avrebbe avuto un ruolo centrale, proprio come era avvenuto per le Olimpiadi invernali di Sochi del 2014, il chimico ed ex direttore del laboratorio antidoping di Mosca Grigory Rodchenkov, ora negli Stati Uniti sotto la protezione testimoni dopo aver fornito prove schiaccianti contro gli atleti russi una volta che lo scandalo è venuto a galla nel 2016 anche grazie alle sue rivelazioni.

Per il giornalista Bryan Fogel, autore di Icarus (documentario sul doping di Stato), la testimonianza di Rodchenkov (la Fifa dovrebbe 'interrogarlo' in un tempo relativamente breve) rischierebbe di essere devastante per il calcio russo: alcuni giocatori potrebbero essere squalificati e addirittura la stessa Nazionale (ospitante) venire esclusa dalla competizione. Le prossime settimane saranno decisive per capire se si tratta di un'ipotesi remota o meno.