Premium Sport

Germania, Ozil lascia la nazionale: "Razzismo e mancanza di rispetto verso di me"

La clamorosa decisione dopo le polemiche per la foto con Erdogan

  • TTT
  • Condividi

Mesut Ozil non indosserà più la maglia della Germania. Ad annunciarlo è stato lui stesso su Twitter con un lungo comunicato nel quale ha spiegato i motivi della sua scelta, dettata dalle polemiche sorte per la foto insieme a Erdogan, presidente della Turchia, prima dei Mondiali in Russia: "Ho percepito razzismo e mancanza di rispetto verso di me".

Il fantasista dell'Arsenal spiega: "Non voglio essere il capro espiatorio di tutto. Sono tedesco quando vinciamo, ma sono un immigrato quando perdiamo. Questa decisione è stata difficile da prendere. Alti funzionari della Federazione mi hanno attaccato per le mie radici turche mettendomi in mezzo a questioni politiche". 

Radici che il 29enne non ha mai dimenticato: "Sono cresciuto in Germania, ma la storia della mia famiglia inizia dalla Turchia. Ho due cuori, uno tedesco e uno turco. Mia madre mi ha trasmesso i valori del rispetto e mi ha chiesto di ricordare sempre da dove provengo" .

"Qualcuno - aggiunge l'ex Real Madrid - ha anche additato la foto con Erdogan come causa della sconfitta della Nazionale. Perché non hanno parlato delle mie prestazioni, o di quelle della squadra? Quell’immagine non contiene alcun messaggio politico".