Premium Sport

West Ham, no a Mancini per le richieste economiche

Secondo il Sun "voleva uno stipendio da 17 milioni e 62 voli per l'Italia"

  • TTT
  • Condividi

Pur essendo allo Zenit San Pietroburgo da soli cinque mesi, Roberto Mancini sogna ancora di tornare in Premier League ma, se non abbasserà la pretese economiche, troverà quasi tutti i portoni chiusi: questo in soldoni il ragionamento fatto dal Sun che aggiunge un retroscena relativo al West Ham.

Secondo il tabloid inglese, solo pochi giorni fa il Mancio era entrato nella lista dei candidati per sostituire l'esonerato Bilic ma il tecnico italiano avrebbe fatto "oltraggiose richieste" di carattere economico: uno stipendio da circa 17 milioni di euro a stagione (sui livelli di quello di Mourinho al Manchester United) oltre a 10 voli privati e 52 biglietti aerei in business class per l'Italia per ogni anno di contratto.

Ma il Sun non va oltre, non spiegando la fonte di tali indiscrezioni e non considerando il fresco impiego allo Zenit da dove, anche volendo, sarebbe quasi impossibile andare via a stagione in corso. Oltretutto Mancini è ai sedicesimi di Europa League e secondo in campionato a tre punti dalla capolista, quindi è difficile che voglia lasciare lo Zenit proprio ora.