Premium Sport

Milan, il borsino delle punte: Belotti davanti a Morata e Aubameyang

Il centravanti del Torino è al momento il giocatore più 'facilmente' raggiungibile

  • TTT
  • Condividi

Milan scatenato, e non è finita qui. Manca ancora il colpo definitivo, il nuovo centravanti rossonero, ruolo per cui sono in corsa in 3, +1 in posizione defilata. Andrea Belotti è forse il più raggiungibile. La clausola rescissoria di 100 milioni è valida solo per l'estero e Cairo lo ha detto chiaramente, ci si può anche sedere per parlare, se la proposta sarà ritenuta valida e se l'attaccante dovesse manifestare l'intenzione di lasciare il Torino. Al momento c'è distanza: i rossoneri valutano il bomber 60 milioni e puntano a offrirne 40 + Niang e Paletta. Proposta che per ora non soddisfa il Toro. Per questo potrebbe essere inserito anche Locatelli. Belotti, 23 anni, sarà il centravanti azzurro ai Mondiali (sempre che l'Italia si qualifichi) e con lui il Milan creerebbe un blocco rossonero in nazionale con Donnarumma, Conti, Romagnoli, Bonaventura, Montolivo e, appunto, il Gallo...

A Montella piace molto anche Alvaro Morata. Non è un goleador puro come Belotti ma un attaccante duttile, utilizzabile anche come esterno offensivo nel 433. E poi conosce già il campionato italiano, in cui ha segnato 15 gol nell'arco di due campionati con la Juve. A favore del Milan c'è la voglia del giocatore di tornare nel nostro Paese, un po' per motivi tecnici (vuole giocare con piu continuità) e un po' per amore della moglie Alice, sposata un mese fa a venezia. Ma il problema è economico: il Real Madrid, alla ricerca del tesoro per puntare su Mbappé, non fa sconti e chiede 90 milioni.

Ostacoli economici anche nell'assalto a Pierre Aubameyang. Questa volta verrebbero dalla richiesta di ingaggio del padre e agente dell'attaccante franco-gabonese: 12 milioni netti. Cifra fuori mercato in Italia e fuori logica per il club rossonero, disposto a stanziare 7 milioni e mezzo per il centravanti del futuro. Milan e Borussia Dortmund si sfideranno martedì a Guangzhou nella International Champions Cup, possibile quindi anche un contatto per provare a sbloccare la trattativa, sempre che la richiesta di ingaggio venga ridimensionata. Con Aubameyang, capocannoniere dell'ultima Bundesliga con 31 gol, il Milan si assicurerebbe un bomber implacabile che non ha però dimenticato i suoi trascorsi da attaccante esterno. "Noi aspettiamo ancora un paio di giorni, per ora non c’è nulla” ha detto l'ad dei gialloneri, mettendo fretta alle pretendenti.

Congelato al momento l'interesse per Kalinic, nonostante sia l'obiettivo più facilmente raggiungibile. Con 25 milioni l'affare con la Fiorentina si potrebbe chiudere e il croato è già uscito allo scoperto dichiarando la sua voglia di Milan. Dovrà aspettare o rinunciare: per ora, nella corsa al ruolo che fu del grande Van Basten, è giù dal podio.

Simone Malagutti