Premium Sport

Milan, gli scenari: da Donnarumma ad Aubameyang. E Mancini...

Le prime mosse sul mercato della nuova proprietà cinese

  • TTT
  • Condividi

La prossima settimana, subito dopo le feste, è previsto un incontro tra i nuovi dirigenti e Vincenzo Montella. Sul tavolo di discussione c'è il contratto del tecnico con scadenza giugno 2018. L'idea è quella di continuare il rapporto ma come lo stesso Montella ha ricordato i matrimoni si fanno in due.

Filtra ottimismo, ma il piano B - molto legato alla figura del nuovo ad Fassone - porta dritti a Roberto Mancini. Si tratterebbe di un clamoroso ribaltone sulla panchina rossonera che al momento sarebbe ipotizzabile solo se non dovesse esserci convergenza sul nuovo progetto. Montella resta in pole anche perchè al tecnico è molto legato anche Donnarumma e questa potrebbe rappresentare una carta che il nuovo Milan vuole giocarsi per convincere sia il giocatore che il suo manager: il potentissimo Mino Raiola.

La blindatura di Gigio è in effetti la seconda priorità della coppia Fassone-Mirabelli e anche in questo caso entro fine mese ci sarà l'incontro con l'agente di Donnarumma. Le richieste per il rinnovo vanno a un ingaggio già da top player da non meno di 5 milioni netti a stagione, ma c'è anche da capire il tipo di investimenti sul mercato e gli obiettivi da centrare. E il fatto che dal prossimo anno i posti per l'accesso alla Champions saranno quattro renderanno nuovamente protagonisti i rossoneri quest'estate.

Un mercato da oltre 100 milioni e da grandi nomi soprattutto a centrocampo dove c'è già un'intesa di massima raggiunta lo scorso inverno con Fabregas, così come in difesa l'argentino Musacchio del Villarreal ha già da tempo detto sì a questa nuova avventura. Se la riconferma di Deulofeu sembra complicata si sondano due piste alternative: non solo Keita con la Lazio che mostra segnali di apertura, ma ora il Milan fa sul serio su Berardi pronto a innescare un derby di mercato con l'Inter.

Non è tutto perchè se - come sembra - dovesse essere ceduto Bacca ecco che il nuovo Milan proverebbe l'affondo per un grande bomber con esperienza internazionale: Benzema, Aubameyang e Lacazette sono i nomi caldi.

Claudio Raimondi