Premium Sport

Milan, Donnarumma: "Sto bene qui, ma decide il mio procuratore"

Il portiere rossonero: "Nulla da chiarire con gli juventini: non è successo niente"

  • TTT
  • Condividi

Te la senti di garantire ai tifosi che resterai al Milan? La domanda è chiara, diretta. La risposta un po' meno: "Io sono legato al Milan, ma a tutto il resto ci penserà il mio procuratore". Gigio Donnarumma non giura fedeltà: il bacio alla maglia dopo Juventus-Milan e le parole contro i bianconeri colte dalle telecamere erano state interpretate come un segnale preciso dai sostenitori rossoneri. Ma Gigio non se la sente di promettere cose che evidentemente non può promettere: "Sono milanista, spero di restare al Milan, ma come ho detto ci penserà il mio procuratore", ribadisce a una domanda successiva. 

L'agente Mino Raiola l'ha detto, del resto: "Non siamo sposati con nessuno". E a proposito di Juve, Donnarumma, che incontrerà i colleghi bianconeri in nazionale, spiega anche che allo Stadium "non è successo niente, era solo un'incazzatura per la partita, per aver perso così. Non c'è nulla da chiarire". Quell' "Impossibile, sempre a loro" magari era solo uno sfogo.