Premium Sport

Milan, adesso è il momento di vendere: c'è una squadra in uscita

Dopo i botti in entrata ecco la missione più difficile per la coppia Fassone-Mirabelli

  • TTT
  • Condividi

E' arrivato anche Leonardo Bonucci. Con lui sono 9 i volti nuovi in Casa Milan, Donnarumma senior compreso. Il decimo, Biglia, è già in viaggio. Praticamente una squadra rifatta da zero. Anzi, togliamo il praticamente. Perché dietro a questi ipotetici titolari c’è tanta abbondanza, anzi, troppa, come sottolineato anche da Montella ("Numericamente in determinati ruoli siamo in sovrapposizione totale").

Situazione che potrebbe però sbloccarsi presto, come confermato anche da Mirabelli ("Stiamo avendo delle richieste’). Già, le richieste - almeno a parole - non mancano. Il rischio però ora è quello di dover svendere, stretti dalla necessità di sfoltire una rosa di oltre 30 giocatori. Fatti i conti, gli esuberi sono una decina.

Bertolacci e Lapadula - appena passati al Genoa - non si contano più, così come Kucka, Poli e lo svincolato Honda. Ma che dire di De Sciglio e Antonelli, piuttosto che di Paletta e Zapata? E l'eterno incompiuto Niang?

In attacco sono in tanti e tra poco arriverà anche il bomber-ciliegina. Per questo Bacca sarà accompagnato alla porta, insieme ad acquisti fatti solo un anno fa come Sosa e Vangioni (che dovrebbe tornare al River). Per Calabria e Locatelli - che tanto hanno giocato l'anno scorso - ci sarà forse spazio nel Milan del futuro. Resteranno, forse, ma rischiano di giocare davvero poco. Esuberi di fatto.

Fassone e Mirabelli sono stati bravi a portare tanti giocatori importanti a Milanello, ma adesso ridurre la rosa senza rimetterci dei soldi potrebbe essere un compito ancora più difficile.