Premium Sport

Juventus, i sogni di mercato: Morata e Milinkovic-Savic

Settimana prossima incontro società-Allegri: deve partire un nuovo ciclo

  • TTT
  • Condividi

Vinto il settimo scudetto consecutivo, salutato Gianluigi Buffon ma anche Lichtsteiner e Asamoah, ora la Juventus si tuffa a capofitto nella programmazione della nuova stagione che, al netto di altre possibili partenze di un gruppo che ha vinto tantissimo, dovrà porre le basi per un nuovo ciclo. Tuttosport la chiama "Juve 8.0" e ripartirà da Massimiliano Allegri che, già dopo il Verona, ha confidato come in settimana si incontrerà con la società per fare il punto (e magari rinnovare anche il contratto fino al 2021).

Tra i pali il favorito come vice-Szczesny è Mattia Perin, da Genova hanno già fatto capire il suo desiderio di fare un salto di qualità e la preferenza per i bianconeri anche se non bisogna scartare l'opzione Napoli che deve sostituire Reina. In difesa si stringe per Matteo Darmian, da tempo obiettivo bianconero, ma andrà valutata la situazione Spinazzola: con la Premier League che chiama Alex Sandro, possibili altri interventi sui terzini. Se dovesse partire Benatia, opzioni Godin o Gimenez dell'Atletico Madrid (e rientra Caldara).

A centrocampo Emre Can, sul quale Marotta ha mostrato ampio ottimismo ai nostri microfoni, sarà ufficializzato dopo Real Madrid-Liverpool mentre il sogno è Milinkovic-Savic: in caso di cessione di un big (Dybala o Higuain) società pronta a investire fino a 120 milioni di euro, sarà decisivo anche l'approdo o meno della Lazio in Champions League. In attacco possibile addio di Mandzukic, sugli esterni resta monitorato Martial ma si fa forte il pressing su Alvaro Morata che - soprattutto se Conte dovesse lasciare il Chelsea - gradirebbe tornare a Torino. Allegri ha cercato di depistare ("Col ritorno di Pjaca siamo a posto") ma un tentativo verrà fatto.