Premium Sport

Ligue 1, Psg-Nizza 3-0: altra doppietta per Cavani

La capolista vince 3-0 e sale a quota 29 punti, il tris è un autogol di Dante

  • TTT
  • Condividi

Dopo il pareggio nel Classique di domenica scorsa, il Psg torna a vincere e va in fuga in testa alla classifica con 29 punti dopo 11 giornate. Successo netto e strameritato per gli uomini di Emery, che sbrigano la pratica Nizza già nel primo tempo con la doppietta di Cavani. A inizio ripresa arriva poi anche l'autogol del solito Dante che fissa il punteggio sul 3-0, partita in ombra per Balotelli (sostituito a 20' dal termine) e per Sneijder

Il Nizza di Favre arriva al Parco dei Principi in crisi di risultati (4 sconfitte in fila) e di gioco, di fianco a Balotelli agisce Wesley Sneijder, mentre il Psg, privo dello squalificato Neymar, schiera Di Maria nel tridente con Cavani e Mbappé. La partita si sblocca dopo soltanto tre minuti proprio grazie al Fideo, che pennella di sinistro per il Matador, bravissimo ad anticipare il difensore sul primo palo e a battere Benitez, in campo al posto del disastroso Cardinale di questo inizio stagione. Una volta in vantaggio il Psg amministra il ritmo della gara e si rende pericoloso sfruttando i tantissimi errori in fase difensiva e di impostazione degli ospiti, che si fanno vivi dalle parti di Areloa solo con un diagonale da fuori area di Balotelli. Pur senza strafare il Psg gioca stabilmente nella metà campo offensiva e alla mezz'ora trova anche il raddoppio ancora con Cavani, che scatta sul filo del fuorigioco imbeccato dallo stupendo assist in verticale di Di Maria e, dopo aver saltato il portiere con lo stop, deposita in rete il suo 99esimo gol in Ligue 1 in carriera (11 quest'anno). A 5 minuti dalla fine l'ex Real Madrid avrebbe anche l'occasione per il 3-0 ma la spreca calciando troppo debolmente e si va al riposo sul 2-0.

La ripresa inizia con gli stessi 22 in campo e dopo neanche 10 minuti i padroni di casa chudono i conti trovando il 3-0 grazie a Cavani, che mette in mezzo di testa per Dani Alves e trova la sfortunata deviazione di Dante, che mette nella sua porta. A questo punto il Psg abbassa ancora il ritmo, ma continua comunque a creare pericoli soprattutto con Mbappé, che prima cestina una grande occasione mettendo clamorosamente fuori da pochi passi dopo una super giocata di Draxler e poco dopo prova a far venire giù lo stadio con una giocata pazzesca in cui trova però solo l'esterno della rete. Nel finale di partita Emery concede uno spezzone anche a Pastore, che entra proprio al posto del baby talento ex Monaco, e Lucas (al posto di Cavani che lascia il campo applaudito anche da Neymar presente in tribuna) ma la gara ormai è decisa. Martedì i parigini ospiteranno l'Anderlecht in Champions League, mentre i rossoneri, che con questa sconfitta restano nei bassifondi della classifica con 10 punti (l'anno scorso dopo 11 giornate erano 27) saranno di scena all'Olimpico contro la Lazio