Premium Sport

Ligue 1, Monaco-Montpellier 1-1: Jardim manca il sorpasso al Psg

Camara al 92' replica al gol di Falcao: i biancorossi non si rialzano dopo il ko di Champions

  • TTT
  • Condividi

Il Monaco non è guarito. Dopo il pesante ko interno contro il Porto i biancorossi nell'8.a giornata di Ligue 1 non vanno oltre l'1-1 con il Montpellier e mancano il soprasso momentaneo al Psg che può allungare a +3 vincendo contro il Bordeaux sabato pomeriggio alle 17 al Parco dei Principi (diretta tv esclusiva su Premium Sport HD). Al di là delle modalità con cui è arrivato (in pieno recupero), il pareggio è giusto al netto di quanto si è visto nell'arco dei 90': per Jardim la sosta è quasi provvidenziale per ricaricare le batterie a livello fisico e mentale. Intanto sotto la Torre Eiffel sognano la mini-fuga.      

MONACO-MONTPELLIER 1-1 (qui cronaca e tabellino)

La sconfitta in Champions ha lasciato il segno perché l'avvio di gara è da dimenticare per la squadra di Jardim. Gli ospiti dominano in mezzo al campo e sfiorano il gol in più occasioni. La punizione di Mbenza finisce alta di poco mentre Sessegnon fallisce un rigore in movimento (destro alto) su invito di Roussillon. Tocca quindi a Pedro Mendes chiamare Subasic a un super intervento. Con il passare dei minuti i biancorossi si riorganizzano sulla mediana e riescono a chiudere meglio gli spazi. Alla prima occasione i campioni di Francia poi passano: al 38' Rony Lopes va via sulla destra e serve a Falcao un pallone in pratica solo da spingere in rete (12° centro per il numero 9).

Nella ripresa i monegaschi vanno subito a un passo dal raddoppio con il solito Falcao che non arriva sulla conclusione, deviata, di Jovetic. Rispetto alla prima frazione i campioni di Francia cercano di controllare il gioco senza rinunciare a qualche affondo per mettere in sicurezza la sfida. D'altra parte il Montpellier fatica a creare pericoli alla porta di Subasic, almeno fino al 76': il destro di Aguilar spaventa il Louis II. Si tratta di un lampo isolato: il Monaco non corre rischi e tutto fa pensare che la vittoria non sia più in discussione. Al 92' arriva invece la beffa: l'ex Camara sigla di testa il pari su sponda di Berigaud.