Premium Sport

Ligue 1, Guingamp-Marsiglia 3-3, per Garcia si mette male

Senza 5 titolari, l'OM spreca il doppio vantaggio, si fa ribaltare, poi in 10 trova il pari: ma la Champions si allontana

  • TTT
  • Condividi

Sei gol, un cartellino rosso, emozioni fino all'ultimo minuto. È successo di tutto in Guingamp-Marsiglia, anticipo della penultima giornata di Ligue 1: finisce 3-3 e per Rudi Garcia è un risultato negativo, in sé e per come si era messa. Perché senza 5 titolari (Rolando, Rami, Luiz Gustavo, Payet e Mitroglou), l'OM era riuscito ad andare sul 2-0 dopo 14 minuti e si è buttato via. Così il Monaco è temporaneamente agganciato e il Lione è a +1, ma entrambe hanno una partita in meno e teoricamente l'ultimo turno contro l'Amiens potrebbe essere completamente inutile. Così l'unica strada per tornare in Champions, per il Marsiglia, resta vincere mercoledì l'Europa League nella finale contro l'Atletico.

La partenza dell'OM è fenomenale: Thauvin regala a Germain il cross per il colpo di testa del'1-0, poi è lo stesso Thauvin, sempre di testa, a trovare il raddoppio al 14'. Sembra non ci sia partita e la squadra Garcia possa gestire in vista della grande sfida che l'attende mercoledì a Lione, invece il Guingamp prende coraggio col passare dei minuti e prima dell'intervallo riapre la partita con un tap-in di Grenier.

Nella ripresa il Guingamp va all'assalto e ribalta il risultato con due rigori: il primo lo trasforma Grenier, il secondo (dopo un'occasione sprecata da Sanson) provoca l'espulsione di Mandanda per fallo su Briand che poi segna dagli undici metri. Potrebbe essere la mazzata finale e invece l'OM si scuote e trova il pari con Thauvin, che poi fallisce al 91' il possibile 4-3. Poi, poco dopo, anche il Guingamp può tornare in vantaggio, ma un salvataggio sulla linea glielo impedisce.