Premium Sport

Ligue 1, al Psg il big match col Lione: Mbappè non si ferma più

Botta e risposta tra le prime due, ai gol del francese replica Pastore con due assist gioiello

  • TTT
  • Condividi

Il Psg risponde al Monaco e torna a tallonarlo a soli tre punti di distanza in classifica. Al Parco dei Principi i ragazzi di Emery superano 2-1 il Lione trascinati dal talento del Flaco Pastore e provano a mettersi definitivamente alle spalle lo shock per la clamorosa eliminazione in Champions. Partita bellissima nel primo tempo del posticipo della 30esima giornata, con gli ospiti che partono a mille e dopo 6' sono già in vantaggio grazie a Lacazette, lesto a sfruttare di testa sponda di Rafael da calcio d'angolo. Due minuti dopo ancora un calcio d'angolo e ancora un brivido per Trapp, che si fa trovare impreparato e viene salvato solo dal palo, poi col passare dei minuti viene fuori il Psg, che in chiusura della prima frazione ribalta il risultato nel giro di 5'.

Il Flaco Pastore si accende e lascia sul posto quattro avversari prima di mettere in mezzo un pallone delizioso per il piazzato di Rabiot che vale il pari. Poco dopo il Psg prova a completare la rimonta con Di Maria (si supera Lopes), sul capovolgimento di fronte non-fischio da fenomeno del direttore di gara Turpin che non concede a Depay un rigore che a velocità naturale sembrava netto e due minuti dopo Draxler, ancora servito da un assist geniale di Patore, sigla il 2-1 con cui si va negli spogliatoi.

La ripresa è molto meno viva e divertente dei primi 45', il Lione accusa le fatiche di Europa League e abbassa il ritmo, il Psg sciupa troppo e non chiude la partita, ma al triplice fischio sono tre punti. Missione compiuta, il duello da sogno col Monaco dell'altro fenomeno Mbappè continua (ovviamente in esclusiva su Premium).

La sua valutazione cresce in maniera esponenziale giorno dopo giorno, a 18 anni con la doppietta di oggi ha già toccato quota 12 gol in Ligue 1 e in stagione sono addirittura 19: stiamo parlando di Kylian Mbappé, fenomeno francese che Deschamps si coccola e che sta trascinando il Monaco di Jardim alla conquista del campionato. Un altro 3-0 per i biancorossi sul campo del Caen quint'ultimo, un successo che vale il più tre sul Psg secondo.

Troppo fragile il Caen per impensierire davvero la macchina perfetta Monaco, il primo gol di Mbappè arriva già al 13', poi è un monologo dei biancorossi, che giocano davvero in modo spettacolare. Tocchi di prima, movimento senza palla, qualità tecniche, freschezza fisica, il raddoppio non arriva nella prima frazione solo per un caso, ma in avvio di ripresa ecco il rigore di Fabinho a chiudere virtualmente i conti. A questo punto i padroni di casa hanno un moto di orgoglio e privano a gettarsi in attacco, ma vengono puniti in contropiede e all'80' ancora Mbappè di testa manda i titoli di coda. 

In Francia lo chiamano, probabilmente senza esagerar, il nuovo Henry e lui ha già strappato tre record a Titi: il più giovane giocatore a esordire in prima squadra nel Monaco, il più giovane a segnare un gol con il club del Principato, il più giovane degli ultimi 30 anni ad arrivare a 10 gol in Ligue 1. "È più maturo di quanto non fosse Henry alla sua età", assicura Deschamps.