Premium Sport

"Neymar pensava di essere a casa sua: inutile e insopportabile"

L'ex milanista Dugarry attacca il brasiliano del Psg per la gara col Marsiglia: "Non vedeva neppure i compagni, pensava di essere in giardino"

  • TTT
  • Condividi

Cristophe Dugarry non è uno che si morde la lingua, di certo non più da quando ha smesso di giocare a calcio ed è diventato opinionista. In passato ha attaccato anche Totti e Verratti, tra gli altri, stavolta è stato durissimo su Neymar, l'attaccante del Psg espulso nella sfida di domenica contro il Marsiglia.

"Neymar deve aver pensato di essere nel salone di casa sua - ha detto a Radio Montecarlo - o di giocare a calcetto con gli amici. Ha pensato soltanto a provocare, aspettando gli avversari a 45 metri dalla porta. Totalmente inutile. Dov'è il Neymar delle prime partite che giocava il pallone a uno-due tocchi e accelerava il gioco?"

"Domenica è stato insopportabile - ha detto l'ex milanista - Divertirsi con lui è molto complicato. Ha giocato come se si trovasse nel giardino di casa sua, non vedeva neppure i compagni".