Premium Sport

ICC, Chelsea-Inter 1-2: terza vittoria nerazzurra

Jovetic-Perisic decisivi prima della clamorosa autorete di Kondogbia

  • TTT
  • Condividi

Terza vittoria in tre partite di tournée asiatica per l'Inter di Spalletti: se il Lione non era sembrato avversario irresistibile e il Bayern Monaco era già andato ko con il Milan, il Chelsea - battuto 2-1 - è il classico terzo indizio che può portare a una prova. Il mercato potrà - dovrà? - comunque regalare rinforzi al gruppo nerazzurro ma il concetto che Suning sta facendo filtrare ("Dobbiamo solo ritoccare, questo è un gruppo già forte") trova conferma anche contro i Blues.

Spalletti tiene fede al 4-2-3-1 e, Handanovic a parte, conferma l'intero blocco difensivo promuovendo l'ancora positiva coppia Miranda-Skriniar. Borja Valero sempre utile in cabina di regia e Jovetic in spolvero come punta. Il quarto d'ora iniziale nerazzurro è davvero confortante, esterni alti e giro palla senza troppi patemi, Padelli quasi inoperoso tanto che il Chelsea sembra spaesato. Le occasioni non abbondano, a parte un possibile autogol di Padelli su retropassaggio avventato di Skriniar, il vantaggio nerazzurro arriva al 44'. Contatto veniale Azpilicueta-Jovetic che l'arbitro punisce con il rigore, Courtois para ma il montenegrino segna sulla ribattuta dichiarando al mondo di non voler essere ceduto.

Nessun cambio a inizio ripresa, anche perché ci sono alcuni acciaccati (Eder su tutti) che Spalletti preferisce non rischiare. L'Inter si rintana dietro, la punta diventa addirittura Joao Mario e allora si rivedono le classiche ripartenze di spallettiana memoria, è una di queste a regalare il raddoppio ai nerazzurri: Jovetic lancia Perisic che battezza nell'angolo più lontano. Il croato, tra i più positivi, serve anche il tris a Joao Mario che però si mangia tutto. Il risultato torna in pericolo al 74' grazie alla clamorosa invenzione di Kondogbia che copia Materazzi in Empoli-Inter del 2006 con un retropassaggio alto e teso che beffa Padelli. Nel finale tanta sofferenza, annullato il possibile 2-2 a Batshuayi per dubbio fuorigioco ma i tifosi interisti possono essere soddisfatti.