Premium Sport

ICC, Barcellona-Real Madrid 3-2: Messi è un Clasico

Partita bellissima, la Pulce apre le marcature, poi è doppia rimonta blancos: alla fine esultano i blaugrana

  • TTT
  • Condividi

Il primo Clasico di Spagna della storia giocato in terra americana va al Barcellona, Real Madrid battuto 3-2 a Miami al termine di una partita bellissima che è il migliore spot possibile per il calcio a quelle latitudini: una vittoria che per Lionel Messi e compagni vale il prestigioso trionfo nell'International Champions Cup (girone americano).

Valverde schiera la migliore formazione possibile, nonostante le voci di mercato Neymar parte titolare nel super tridente con la Pulce e Suarez, Piquè e Iniesta guidano difesa e centrocampo. Zidane risponde schierando la difesa tipo, mentre a centrocampo dà una chance a Kovacic e propone Asensio in attacco con Bale e Benzema (assente Cristiano Ronaldo, mai partito per la tournée).

L'avvio è da lasciare letteralmente senza fiato: pronti via e in meno di 10 minuti il Barça si ritrova già avanti 2-0 grazie a una grande giocata di Messi, che dopo uno stop difficilissimo batte Navas con un tiro deviato al termine di una serpentina in area, e Rakitic, che la mette all'angolino dal limite dopo un velo geniale di Suarez.

Il Real Madrid però non si scompone e trova subito la forza per rimettere le cose a posto proprio con l'ex Inter Kovacic, che batte Cillessen con un tiro all'angolino dopo una cavalcata solitaria e riapre il match prima che Asensio, al termine di un contropiede nato da un corner dei catalani, firmi il 2-2 poco dopo la mezz'ora.

Si va al riposo consapevoli di aver visto uno spettacolo di rara bellezza, neanche il tempo di cominciare la ripresa e il Barcellona è di nuovo avanti: al quinto minuti Neymar pesca Piquè tutto solo in area e lo spagnolo non può sbagliare.

Il Real tenta di riacciuffare nuovamente il pari, ma un grande Cillessen si oppone ai tentativi di un ispirato Isco. Il Barcellona va vicino al poker sfruttando gli spazi lasciati dagli avversari, il punteggio però non cambia: Clasico e ICC ai catalani, il pubblico di Miami si spella le mani.