Premium Sport

Juventus, Buffon: "Gioco ancora per la Champions"

Il portiere: "Milanesi ai cinesi, Roma agli americani: povera Italia"

  • TTT
  • Condividi

La grandezza di Gianluigi Buffon si capisce anche... dalle interviste. Il capitano della Juventus è il primo italiano che non ha giocato in Bundesliga a finire sulla copertina di Kicker, al quale ha rilasciato dichiarazioni molto importanti. "Da tempo mi chiedo cosa mi spinga a giocare ancora, una battaglia interiore che mi porta forti motivazioni. Se avessi già vinto la Champions League - le parole di Gigi al quotidiano tedesco - sarei svuotato": ecco quindi che la partita con il Barcellona assume nuovi e più profondi significati.

Il capitano azzurro parla anche di come reagisca quando fa una papera: "Quando faccio un errore grave rimango sotto shock, mi ci vogliono anchd dieci giorni per riprendermi. Invidio quei giocatori che si lasciano scivolare tutto addosso". Inevitabile parlare del collega tedesco Neuer: "Grandissimo, robusto, sicuro di sé. Con il suo carisma e le sue parate dà tranquillità alla sua squadra, si merita di essere il punto di riferimento per i portieri moderni". Il numero 1 del Bayern Monaco è anche bravo con i piedi e qui Buffon puntualizza: "Mi dà fastidio chi ci giudica per come tocchiamo il pallone. Prima si guardi la sicurezza, le uscite, come si bloccano i tiri... solo dopo si analizzi la tecnica dei piedi".

Il capitano juventino parla anche delle proprietà straniere che acquistano le squadre nostrane: "Vedo la Roma agli americani e le milanesi in mani cinesi. E' una sconfitta per il nostro calcio e le nostre tradizioni. Povera Italia".