Premium Sport

Juventus, Buffon: "Arbitro senza personalità e sensibilità"

Il portiere bianconero è fuori di sé: "Al posto del cuore un bidone dell'immondizia"

  • TTT
  • Condividi

Agnelli è stato durissimo, Allegri ha recriminato ricordato l'andata, ma il più furioso di tutti dopo la sfida del Bernabeu è Gigi Buffon: “Non sto a sindacare, ha visto l’arbitro - è esploso il numero uno ai microfoni di Premium Sport - Sicuramente era un’azione dubbia e su un’azione dubbia al 93esimo non puoi avere il cinismo di distruggere il sogno di una squadra che in campo ha messo tutto: anima, sudore e carattere. L’arbitro si è erto a protagonista per un suo vezzo o per il fatto che non ha personalità adeguata per calcare questi palcoscenici".

"Un essere umano non può fischiare e decretare l’uscita di una squadra dopo una gara simile dopo un episodio molto dubbio. Vuol dire che al posto del cuore ha un bidone dell’immondizia perché è troppo eclatante. Vuol dire che non sapeva dove fosse, che squadre si stessero affrontando, vuol dire non sapere niente. Ma a prescindere da quello se non hai la personalità per arbitrare queste gare, te ne stai in tribuna con la moglie e i figli con le patatine e la bibita e ti godi lo spettacolo. Non può condizionare un’impresa memorabile ed epica perché non ha il coraggio e la personalità per stare a certi livelli. Siccome anche io a 40 anni pago quando non riesco a dimostrare il mio miglior repertorio mi auguro che questo valga anche per gli altri".

"Detto questo, il Real Madrid ha meritato nelle due partite di passare il turno, sono stati più bravi di noi e rivinceranno la Champions. Per me è sempre stato un onore affrontare questa squadra, questo pubblico e questi giocatori: sono dei grandissimi, tanti complimenti ma stasera meritavamo di andare ai supplementari. Cosa ho detto all’arbitro? Avrei potuto dirgli qualsiasi cosa ma lui doveva avere la sensibilità per capire il disastro che stava facendo. Se non hai quella sensibilità devi stare in tribuna a mangiare le patatine e mandi qualcun altro perché significa che non riesci ad arbitrare queste gare, significa che non sai un cazzo".

"L’arbitro ha fatto quello che doveva fare probabilmente, ma il problema è proprio questo. A prescindere dall’arbitro di porta è una questione di sensibilità che deve albergare in ogni uomo. Innanzitutto deve aver visto cosa è successo all’andata per essere più sereno nella sfida di ritorno. Siamo partiti che avevamo meno dell’1% di possibilità di passare però non si sa mai perché questi ragazzi sono capaci di qualsiasi impresa. E questo sogno era in cima a una scaletta composta da vari step e passo dopo passo eravamo riusciti a superarli: sono fiero di far parte di una squadra simile. Poi il Real ha meritato ma non possono non esserci rammarico e arrabbiatura. Abbiamo giocato sul fatto che loro erano un po’ rilassati visto il risultato dell’andata. Ora dobbiamo rituffarci in campionato in maniera furiosa ”

Buffon rosso di rabbia nell'ultima in Champions