Premium Sport

Juventus, Allegri: "Non firmo per lo 0-0, la notte porta consiglio"

Il tecnico: "Conosciamo bene il Tottenham, sarà importante non prendere gol"

  • TTT
  • Condividi

Mancano ormai poche ore agli ottavi di Champions League tra Juventus e Tottenham e Allegri, anche se ha qualche problema di formazione di troppo, non vede l'ora di affrontare gli Spurs: "Sarà un bell’ottavo dove dovremo fare due grandi partite - ha detto il tecnico nella conferenza stampa della vigilia - Sarà una bella serata di sport, conosciamo le qualità del Tottenham, sono bravi a giocare negli spazi e a ribaltare l’azione e sono fisici e tecnici. Noi dovremo essere bravi a conquistare il passaggio del turno anche se si deciderà al ritorno. Pochettino ha detto che siamo i favoriti? Abbiamo le stesse possibilità di passare il turno".

"Il Tottenham segna molto ma la Juventus non subisce quasi mai? Speriamo di fare qualche gol in più rispetto al girone dove abbiamo segnato poco - ha detto Allegri - C’è tanta adrenalina e tanto entusiasmo, abbiamo fatto il nostro dovere nel passare il girone e ora siamo carichi per questi ottavi. Siamo dentro a tutte le competizioni e ora affronteremo gli inglesi con spensieratezza, coraggio e incoscienza. Abbiamo grande voglia di arrivare in fondo alla Champions anche se sappiamo che sarà molto difficile. Arrivare in finale è un traguardo straordinario, l’abbiamo raggiunto due volte negli ultimi tre anni, speriamo di raggiungerla ancora e di vincerla. Domani non firmerei per lo 0-0, ma per non prendere gol. Bisognerà fare una partita attenta, non dovremo esaltare le loro qualità e ci vorranno grande testa e grande tecnica. Bisogna portare il passaggio del turno a Londra, dove ci dovremo conquistare i quarti di finale".

Oltre all'assenza di Dybala, Allegri dovrà fare a meno anche di Matuidi, chi giocherà al posto del francese? Bentancur mi ha convinto come mi ha convinto Marchisio. Sturaro può ricoprire il ruolo di Matuidi, e per caratteristiche che può avvicinarsi di più. Altrimenti bisogna cambiare il modo di giocare, dipenderà molto da come dormo e come mi sveglierò domani mattina. Ipotizzabile un 4-3-3? Non ho ancora deciso niente, comunque a seconda di chi scenderà in campo domani faremo la partita in base ai giocatori presenti, il passaggio si gioca su 180 minuti e sappiamo sia i loro pregi, sia le loro difficoltà nell'arco della partita. Ci saranno dei momenti difficili, i quattro davanti hanno grande qualità e negli spazi vanno a nozze".